Premio Strega: Edoardo Albinati è il vincitore della settantesima edizione

Edoardo Albinati con il romanzo“La scuola cattolica” (Rizzoli) ha vinto la  settantesima edizione del premio Strega con 143 voti. Secondo classificato è “L’uomo del futuro” (Mondadori ) di Eraldo Affinati con 92 schede. Al terzo posto, con 89 consensi, si è classificato“Se avessero” (Garzanti) di Vittorio Sermonti mentre è arrivato solo quarto “Il cinghiale che uccise Liberty Valance” (Minimum fax) di Giordano Meacci e quinta “La femmina nuda” (La nave di Teseo) di Elena Stancanelli.

Edoardo Albinati è nato a Roma nel 1956. Ha pubblicato libri di narrativa poesia e saggistica tra cui Il polacco lavatore di vetri (Longanesi 1989), Orti di guerra (Fazi 1997), Maggio selvaggio (Mondadori 1999), 19 (Mondadori 2000), Sintassi italiana (Guanda 2001), Il ritorno (Mondadori 2002), Svenimenti (Einaudi, 2004), Tuttalpiù muoio (Fandango, 2006), Guerra alla tristezza (Fandango, 2009), Vita e morte di un ingegnere (Mondadori, 2012), Oro colato.

Adolescenza, sesso, religione e violenza sono i temi principali del romanzo “La scuola cattolica” che si è aggiudicato lo Strega. Dipingengo personaggi veri con figure romanzesche, Albinati costruisce una narrazione che ha il coraggio di affrontare a viso aperto i grandi quesiti della vita e del tempo, e di mostrare il rovescio paradossale degli avvenimenti.

Leggi lo speciale dedicato al Premio Strega