All’Arena di Verona in scena la “Carmen” con il nuovo allestimento di Hugo de Ana

Carmen, l’opera più amata all’Arena di Verona insieme ad Aida, va in scena oggi alle 20.45 con grandi novità nel cast e il nuovo allestimento del maestro argentino Hugo de Ana.

De Ana firma anche scene e costumi, con le coreografie di Leda Lojodice, il lighting design di Paolo Mazzon e il projection design di Sergio Metalli. Il trucco è realizzato in collaborazione col make-up designer Michele Magnani, global senior artist di M.A.C. Cosmetics, mentre i costumi vintage sono completati da una selezione Intimissimi, brand del Gruppo Calzedonia.

La direzione musicale di Carmen è affidata ad uno dei maestri emergenti più quotati: l’italiano Francesco Ivan Ciampa, che guida un cast sempre rinnovato di talenti internazionali.

Tra questi c’è ovviamente Carmen Topciu, rivelazione del Festival 2018 già impegnata in Aida e Nabucco, che riprende il ruolo da protagonista nel capolavoro di Bizet. Con lei un altro astro nascente dell’Opera: il tenore Luciano Ganci è Don José, ruolo in cui ha esordito solo un mese fa proprio nell’anfiteatro veronese.

A completare il triangolo amoroso c’è il giovane soprano mantovano Eleonora Buratto, trionfatrice delle ultime recite di Turandot nei panni di Liù, che domani interpreta Micaela per la prima volta in Arena, dopo i successi raccolti nel ruolo a Chicago, Napoli e Madrid. Nel trionfo di colori e banderillas dell’ultimo atto, si conferma il fiero toreador Escamillo del baritono lucchese Massimo Cavalletti.

Dopo il felice esordio areniano della scorsa recita, troviamo nel ruolo di Frasquita il soprano Barbara Massaro e Clarissa Leonardi in quello di Mercédès. Davide Fersini propone per l’ultima recita il suo arguto Dancairo accanto a Roberto Covatta come Remendado, allo Zuniga di Luca Dall’Amico e al Moralès di Biagio Pizzuti.

Carmen è in scena nella nuova produzione 2018 fino al 31 agosto e impegna l’Orchestra, il Coro preparato da Vito Lombardi, il Ballo coordinato da Gaetano Petrosino, numerosi figuranti e i Tecnici dell’Arena di Verona, e il Coro di Voci bianche A.LI.VE. diretto da Paolo Facincani.