XFactor 2017 – Ecco cosa aspettarsi dalla finale di questa sera Lorenzo Licitra, Maneskin, Enrico Nigiotti e Samuel Storm tra i finalisti

Lorenzo LicitraManeskinEnrico Nigiotti e Samuel Storm si contenderanno questa sera la vittoria dell’edizione 2017 di X Factor Italia. Lo faranno nell’ambito dell’attesissimo live show decisivo, davanti a 8 mila persone nel tempio dei big della musica, al Mediolanum Forum di Assago, su un palco da 750 mq, con il super ospite internazionaleEd Sheeran, oltre a James Arthur, che duetterà con i finalisti, e una delle pop star italiane più amate, Tiziano Ferro. Tra i grandi ritorni, i Soul System calcheranno il palco del Forum esattamente ad un anno dalla vittoria di X Factor 2016. La finalissima del talent show con Mara Maionchi, Manuel Agnelli, Levante e Fedez sarà trasmessa in diretta su Sky Uno HD e in chiaro su TV8 stasera dalle 21.15 (preceduta alle 20.25 da una speciale edizione dell’Ante Factor su Sky Uno HD). A tenere le fila dello show, come di consueto, sarà il padrone di casa Alessandro Cattelan. La prima manche che dovranno disputare i 4 finalisti sarà quella dei duetti con James Arthur che interpreterà quattro suoi grandi successi, incluso il nuovo singolo Naked. Al temine dei duetti i finalisti resteranno in 3 per affrontare la seconda manche che sarà un medley dei  migliori brani del loro percorso ad X Factor. Il testa a testa, che decreterà la vittoria di uno dei due finalisti e il nome di chi si aggiudicherà l’ambitissimo contratto discografico con l’etichetta Sony Music Italia, avverrà sulle note degli inediti.

È stata l’edizione degli inediti: i brani Chosen (Maneskin), L’amore è(Enrico Nigiotti), In the name of love (Lorenzo Licitra), The Story(Samuel Storm), ma anche quelli di Rita Bellanza, Camille Cabaltera e Gabriele Esposito, hanno dominato le classifiche digitali ai primi posti fin dal debutto. Attualmente gli inediti hanno registrato su Spotify oltre 6 milioni di stream.

Il tempio della musica calcato dalle più grandi pop star mondiali si trasforma in Arena super tecnologica per uno degli eventi musicali più attesi della tv. Sarà infatti una finale spettacolare, al cospetto di 8 mila fan, con incredibili scenografie ideate da Luca Tommassini: “Domani vedrete un palco mai visto! Ho voluto che ci fosse un palco come se fosse un abbraccio fisico! Lo stesso pubblico farà parte della scenografia!”.

Un palco gigante di 750 mq strutturato su più altezze,  luci di ogni potenza, forma e dimensione, effetti spettacolari garantiti da 1.200proiettori di ultima generazione, 8 videoproiettori laser per videomapping su 220 mq di superficie, tecnologie prettamente cinematografiche applicate al mondo della tv e dell’intrattenimento per la prima volta a X Factor tra cui 80 metri di binario Kynesis, 1totem tecnologico da 3 quintali, 150 mq di regia tecnica di sala,  20 km di cavi, 32 motori a velocità variabile, cannoni spara-coriandoli, lanciafiammeRobycam400 tecnici coinvolti e 120 ore di allestimento.

Mara Maionchi, alla guida della squadra degli Over, ha due concorrenti su cui contare per aggiudicarsi la vittoria. Enrico Nigiotti, cantautore di Livorno, desideroso di vivere di sola musica, a X Factor è riuscito definitivamente a domare il suo carattere impetuoso e a stregare il pubblico con il suo inedito L’amore è. Enrico afferma: “E’ gia difficile emergere, figurarsi riemergere e resuscitare! Sono grato a Mara che mi ha insegnato l’umiltà! L’importanza di dare importanza a ogni passo per arrivare al sogno e diventare un professionista!”.

Il ragusano Lorenzo Licitra, dopo una carriera internazionale nella lirica, ha avuto il coraggio di cambiare direzione musicale seguendo il suo istinto pop. L’estensione e l’intonazione sono i suoi cavalli di battaglia, che hanno caratterizzato l’inedito In the name of loveLorenzo aggiunge: “Da Mara si impara ogni giorno! È Mara! Da lei ho imparato il rispetto per questo lavoro: bisogna alzarsi la mattina e rispettare quello che si fa. E ho imparato a comunicare. Sono cose che mi porterò per sempre

Il giudice veterano Fedez, mentore degli Under Uomini, può contare su Samuel Storm: ragazzo nigeriano che insegue il sogno di vivere di musica. Con la sua The story ha conquistato il pubblico, dimostrando grandi doti  da cantautore. “Fedez – dice Samuel –mi ha insegnato a credere in me stesso, in quello che faccio e in quello che sono. Domani sera credo rimarrete a bocca aperta, anche grazie Luca Tommassini”.

Manuel Agnelli punta tutto sui suoi Maneskin, band romana, giovanissima, composta da Damiano, Ethan, Thomas e Victoria, che hanno conquistato il palco grazie a esibizioni imprevedibili e sopra le righe. Il loro inedito Chosen ha scalato le classifiche delle canzoni più ascoltate e scaricate in Italia. “Siamo 4 finalisti con 4 progetti validissimi e tutti diversi fra di loro! Da dentro non sappiamo le preferenze del pubblico! È impossibile fare un pronostico. Manuel è stato una figura paterna. Abbiamo imparato tanto sull’aspetto artistico ma sicuramente grazie a lui siamo diventati più bravi a gestirci, a prendere tutto positivamente e puntare l’obiettivo anche quando siamo stremati”.