“Leonardo”: la serie evento in anteprima mondiale su Rai 1 che svela i segreti dell’uomo dietro il genio

Dal 23 marzo, in anteprima mondiale su Rai1 e in streaming su Raiplay, andrà in onda “Leonardo”, la nuova serie co-prodotta da Lux Vide e Sony Pictures Television in collaborazione con Rai Fiction. Dopo il successo di “The Man in the High Castle” e “I Medici”, lo sceneggiatore Frank Spotnitz, insieme a Steve Thompson, torna a raccontare la vita di un grande personaggio storico, Leonardo da Vinci. La serie è stata girata interamente in Italia ed è composta da otto episodi, ogni episodio si concentra su una delle opere del grande artista, alcune radicate nella memoria collettiva, altre meno conosciute, ma non verrà solo ripercorsa la vita del pittore che tutti noi conosciamo, lo scopo della serie è quello di rivelare i segreti dell’uomo che si cela dietro al genio.

La trama, infatti, si sviluppa attorno ad un omicidio di cui Leonardo da Vinci (Aidan Turner) viene accusato e sarà un investigatore alle dipendenze del Podestà, Stefano Giraldi (Freddie Highmore), a dover scoprire la verità. Un vero e proprio giallo in cui verrà approfondita la figura del celebre artista, unendo elementi di finzione e dettagli poco noti della sua vita per fare arrivare nelle case di tutto il mondo la storia di un genio con tutti i suoi lati oscuri.

Troveremo personaggi realmente esistiti come Andrea Del Verrocchio (Giancarlo Giannini), maestro di Leonardo, e il duca di Milano, Ludovico Sforza (James D’Arcy), ma anche personaggi inventati come quello di Caterina da Cremona (Matilda De Angelis), sua amica e musa ispiratrice, il cui nome è in parte inspirato a quello della madre di Leonardo e in parte a quello trovato in alcuni documenti in cui l’artista stesso la richiedeva come modella.

Le sue rivoluzionarie invenzioni, la sua grandezza come artista e come scienziato hanno fatto di Leonardo da Vinci un personaggio ricco di fascino, ma anche di mistero. Dopo la sua morte sono cominciati ad infittirsi gli enigmi attorno al suo personaggio e migliaia di pagine di studi sono stati dedicati alla sua vita e alle sue opere. Giorgio Vasari lo descrisse come un uomo dal grande ingegno che si cimentò nei più svariati campi del sapere umano, raggiungendo in alcuni livelli altissimi, ma lasciò anche molte opere incompiute inseguendo un proprio modello di perfezione. In epoca romantica, Leonardo rappresentava la forza d’ingegno, durante il positivismo era l’eroe dell’intelligenza tecnologica e recentemente è diventato persino un maestro di dottrine iniziatiche, ma chi era davvero Leonardo Da Vinci resta ancora un enigma da svelare.

Giulia Salome