Intervista : Roberto Casalino da autore a cantautore con il nuovo album “E questo è quanto”

Roberto Casalino, il celebre paroliere e compositore italiano che ha collaborato con   Alessandra Amoroso, Giusy Ferreri, Emma, Syria, Annalisa, Nina Zilli, Marco Mengoni e tanti altri, ha pubblicato  un album di inediti intitolato “E questo è quanto”.Noi di Domani Press abbiamo parlato con lui della creazione di hit come “Non ti scordar mai di me”e “L’essenziale” e del nuovo album.

 

Ciao Roberto, con il tuo nuovo album “ E questo è quanto” hai deciso di proporti al grande pubblico come cantante oltre che come autore; Come nasce questa scelta e come mai questo titolo così energico e risolutivo?

 

La scelta è arrivata in modo molto naturale, le canzoni contenute nell’album fanno parte di un processo creativo che io chiamo “processo d’urgenza”,  non riesco a scrivere per commissione, ho bisogno di scrivere quando ne sento la necessità; questo vale anche per i brani destinati agli altri artisti.Il processo è quasi naturale e inconscio, alcuni brani li tengo per me altri invece vanno a finire nella cartella dell’editore e sono quindi proposti ad altri artisti e interpreti. In realtà  nasco come cantautore, prima che ci fosse l’exploit di “Non ti scordar mai di me”  proponevo alle case discografiche il mio progetto con scarsi risultati, dopo quel periodo di fama improvvisa come autore ho pubblicato un primo album dai toni molto intimi intitolato “L’atmosfera nascosta”. Questo disco invece che arriva a cinque anni di distanza dal primo è in realtà un voler chiudere un ciclo, le 11 canzoni presenti in questo disco rappresentano la mia scrittura attuale, che caratterizza anche i brani che il pubblico conosce come “L’essenziale, “Cercavo Amore”, “A un isolato da te”. C’è il mio marchio di fabbrica l’unica differenza è che questa volta ci metto la voce e la faccia.

 

 

A proposito della nascita dei tuoi brani sei un fine compositore,come nascono le tue canzoni? Esiste un concetto dal quale parti, qual è il laboratorio delle hit di Roberto Casalino?

 

In realtà non c’è una vera propria regola, spesso mi appunto delle frasi,dei concetti che vado a sviluppare successivamente, oppure scrivo il testo di getto…. ad esempio ci son canzoni come “Novembre” o “L’essenziale” che sono nate in maniera molto naturale; altre invece hanno avuto una gestazione più lunga. Utilizzo spesso lo smartphone per registrare delle melodie per poi rifinirle a casa con la chitarra. Altre volte scrivo un testo già pronto in metrica… diciamo che lascio alle canzoni loro tempo. Ho imparato ad avere pazienza ,una cosa molto importante,nella vita oltre che nella musica.

 

 

Tu hai collaborato con tanti artisti, e sicuramente con tanti altri collaborerai ancora… Quali sono gli artisti che segui maggiormente,oltre a quelli con cui hai lavorato? Con chi ti piacerebbe collaborare?

 

Mi ritengo molto fortunato finora perché ho collaborato con artisti che apprezzo molto come Emma,Giusy Ferreri e Nina Zilli. Sono un grande estimatore di Carmen Consoli, che seguo fin dagli esordi. Mi ha influenzato nel mio modo di vedere la composizione e la musica. Una delle artiste  che continuo  seguire è anche Elisa con la quale ho collaborato apprezzando molto la persona oltre che l’artista.

 

Quali sono i progetti futuri di Roberto Casalino…è previsto un tour?

 

Ci sono nell’imminente gli incontri “in store” mentre stiamo pianificando una tournèe che toccherà prossimamente Milano,Torino e Bologna e che proporrà i brani del mio nuovo album, tutte le date saranno presto disponibili sul mio sito.

 

Simone Intermite