Apre i Battenti il “Garden terme festival di Chianciano” – dal 20 Giugno al 25 settembre

E’ arri­vata la bella stagione, e Terme di Chianciano presenta il suo calendario di appuntamenti estivi, con una sor­presa: Terme di Chianciano Garden Festival.

Da sempre Chianciano Terme – Terme di Chianciano sono impegnate a perseguire l’eccellenza nel campo del benessere e anche nella promozione della città e del paesaggio. E’ nata così la prima edizione del “Garden Festival”. 8 giardini creativi temporanei a tema della dimensione di circa 80 metri quadri l’uno, disegnati da professionisti internazionali e selezionati su scala nazionale tra le migliori realizzazioni in tema di piccoli giardini, saranno esposti all’interno del Parco Acqua Santa dal 20 giugno al 25 settembre 2015. L’apertura al pubblico, il 20 giugno coinciderà con la manifestazione “Terme aperte” organizzata da Federterme, che offre al pubblico l’apertura gratuita degli stabilimenti termali come nel resto d’Italia, quindi in questo caso del Parco Acqua Santa di pomeriggio.

Il Garden Festival coniuga il paesaggio con l’arte e vuole essere uno stimolo indirizzato a progettisti e vivaisti per creare nuovi concept dal carattere contemporaneo ed innovativo e per parlare di paesaggio e giardini in modo sorprendente e spettacolare.

Designer, artisti, agronomi, ingegneri, vivaisti e architetti del paesaggio si sono dilettati nella realizzazione di veri e propri capolavori d’arte contemporanea innovativi e, talvolta, anche provocatori, nell’ambito dei giardini, declinando il tema “Energia e quiete: le suggestioni contrastanti del Giardino”.

Energia e Quiete le parole chiavi di questa prima edizione, quindi. Vi saranno, quindi, giardini esuberanti, vigorosi ed energizzanti, grazie all’uso dirompente del colore o di nuovi materiali e all’impiego di audaci schemi compositivi (“Energia”), e giardini che susciteranno sentimenti di armonia, quiete e serenità, attraverso la scelta equilibrata dei pieni e dei vuoti, o tramite la proporzione del design e le suggestioni sensoriali rarefatte e sottili (“Quiete”).

Architettura, design e paesaggio, arte contemporanea sono le materie che stabiliranno l’assegnazione dei premi a tre degli otto giardini esposti: “Terme di Chianciano” per il miglior giardino realizzato, “Città di Chianciano Terme” per il giardino che ha ricevuto nota di merito, “Acqua Santa – Selezione del pubblico”, assegnato al termine dei tre mesi di manifestazione, sarà basato sulle votazioni espresse dai visitatori del Festival. In palio ci sono soggiorni a Chianciano Terme per due persone, con ingressi alle Terme sensoriali ed alle piscine termali Theia. In giuria, tra i nomi di spicco, il Presidente di Terme di Chianciano Spa Fabio Cassi, il Sindaco di Chianciano Andrea Marchetti, il garden designer e giornalista di “Gardenia” e del “Corriere della Sera” Carlo Contesso e la brand advisor e consulente di strategia e PR nel settore del lusso e del design Helen Nonini.

Le Terme di Chianciano – lo ricordiamo- si candidano a diventare sede del termalismo moderno, grazie anche al Progetto Chianciano, un progetto di collaborazione sviluppato con il Comune di Chianciano, l’USL7 di Siena, le Terme di Chianciano e UPMC (University of Pittsburgh Medical Center), che ha portato alla creazione del Centro Medico di eccellenza UPMC Institute for Health Chianciano Terme

Oggi nel nostro Paese esistono patologie croniche ad impatto sociale sempre più diffuse, che coinvolgono il fegato e l’apparato digerente, e le malattie metaboliche: uno screening personalizzato unito a percorsi di educazione sanitaria sono indispensabili strumenti di prevenzione. Il Centro UPMC è dotato di specialisti altamente qualificati e di tutti gli strumenti di screening necessari: esami di laboratorio, test di diagnostica (ECG, holter cardiaco, holter pressorio, elastografia, ecografia), servizi di endoscopia digestiva (gastroscopia e colonscopia), visite mediche e telemedicina.

Nel nuovo reparto di riabilitazione delle Terme di Chianciano sono stati avviati i servizi anche in convenzione con il Servizio sanitario nazionale: si può dunque approfittare del soggiorno termale per cura e benessere anche per effettuare i trattamenti legati alla riabilitazione di natura ortopedica, neurologica e reumatologica.

Il Progetto Chianciano si inserisce in un programma di riqualificazione del territorio e risponde efficacemente alle mutate esigenze degli utenti del settore del turismo termale e alle necessità di rimodulare l’offerta sanitaria nei confronti dei flussi di turisti/pazienti delle terme ma anche a vantaggio della Provincia e delle aree limitrofe.

Innovazione è la parola d’ordine, e proprio nel senso dell’innovazione va anche il lavoro del professor Sorrentino, attuale direttore scientifico delle Terme Sensoriali, che ha ideato il nuovo percorso del gusto, insistendo sul concetto di corretta alimentazione per il raggiungimento di un corretto stile di vita.

Con l’inverno ormai dietro l’angolo, quando viene ancora voglia di concedersi una giornata di coccole e relax, ora c’è qualche motivo in più per decidere di farlo.