ZUCCHERO “SUGAR” FORNACIARI: grande ritorno all’arena di Verona

Cresce l’attesa per il ritorno in Italia del “Black Cat World Tour 2017” di ZUCCHERO “SUGAR” FORNACIARI che a settembre, con i suoi travolgenti ed emozionanti show, sarà protagonista dell’Arena di Verona con ben 6 appuntamenti live: 20-21-22-23-24-25 SETTEMBRE!

I biglietti sono disponibili in prevendita su TicketOne.it e nei circuiti di vendita abituali.

RTL 102.5 è la radio media partner ufficiale dei concerti italiani di Zucchero nel 2017.

Gli undici show di Zucchero, realizzati tra maggio e settembre 2017, vanno ad aggiungersi ai suoi precedenti 11 concerti di settembre 2016, stabilendo così un record assoluto di 22 date all’ARENA DI VERONA in soli 12 mesi.

 Partito lo scorso 15 marzo da San Diego, Il “Black Cat World Tour 2017di Zucchero, dopo il Nord America, l’Oceania, l’Asia, l’Africa e l’Europa, ad ottobre arriverà anche in SUD AMERICA, per una serie di show tra Argentina e Brasile.

Durante i live Zucchero, accompagnato da una super band di musicisti internazionali, presenterà sul palco il suo ultimo progetto discografico, “Black Cat”, e i suoi più grandi successi, portando in scena uno spettacolo ricco di intense e vibranti emozioni.

 Il disco “BLACK CATLEGGI LA RECENSIONE è prodotto da tre grandi nomi del panorama internazionale, T Bone Burnett (Elvis Costello, Elton John, Tony Bennett e altri), Brendan O’Brien (Bruce Springsteen, Pearl Jam, Bob Dylan e altri) e Don Was (The Rolling Stones, Iggy Pop, Bob Dylan e altri), e si compone di 13 brani dalle nervature rock-blues. L’album annovera, anche, la collaborazione artistica di Bono, che in seguito alla tragedia avvenuta al Bataclan di Parigi ha scritto con Zucchero il brano “Streets Of Surrender (S.O.S.)”, la partecipazione alle chitarre di Mark Knopfler, che suona sia nel brano “Streets Of Surrender (S.O.S.)” sia nel brano “Ci si arrendee il contributo artistico di Elvis Costello che ha scritto la versione inglese del brano “Love Again“, dal titolo “Turn the world down” (canzone presente solo nelle versioni estere di “Black Cat”).