Victoria’s Secret dice addio alle sue modelle perfette e alla sensualità esasperata: anche gli angeli, nonostante le ali, qualche volta cadono dall’Olimpo

Anche gli angeli, nonostante le ali, qualche volta cadono dall’Olimpo.

Victoria’s Secret dice addio alle sue modelle dalle gambe chilometri e abbandona quello stereotipo di perfezione che da sempre ha caratterizzato il colosso americano di lingerie. Finalmente qualsiasi donna, che abbia qualche kg in più o meno, potrà indossare i loro slip senza doversi sentire obbligatoriamente imperfetta o inadatta. Inutile nascondersi dietro l’ipocrisia: nel 2021 l’immagine conta eccome. L’impegno preso recentemente da molti esponenti del mondo moda però, consiste nel dimostrare come l’immagine non si fermi ad un mero fattore estetico. Basta quindi esasperare la sensualità, basta realizzare capi d’intimo assecondando solo ed esclusivamente l’immaginario dell’uomo. Sentiamoci a nostro agio donne, la nostra bellezza non dipende da ciò che indossiamo sotto i vestiti.

Il fatto che Victoria’s Secret sembrasse ignorare totalmente questo ideale, aveva inevitabilmente indebolito negli ultimi anni la forza del marchio. A prendere il posto degli iconici angeli sarà un gruppo di testimonial impegnate in vari campi, riconosciute in tutto il mondo non solo per la loro bellezza.

Nonostante la notizia sia arrivata come un fulmine a ciel sereno, ha sicuramente risollevato lo spirito di noi donne in previsione della temutissima prova costume. Perché preoccuparsi di non essere perfette quando è la stessa perfezione che sta lentamente passando di moda? Pensiamo anche a noi donne.  Quante di voi oggi sono più incuriosite dall’idea di poter ritrovare un sorriso sotto la mascherina piuttosto che l’ennesimo addome scolpito? Se è vero che questa pandemia ha cambiato totalmente il nostro modo di vivere, ci si augura che almeno abbia modificato in maniera positiva anche il nostro modo di vedere cose e persone.

Questo nuovo inizio per Victoria’s Secret è il segnale per una possibile svolta epocale. Sdoganare il concetto di bellezza non è più così impossibile. Affinché questo possa avvenire però, siamo noi donne a dover lottare in prima linea tutti i giorni con l’immagine di noi che vediamo riflessa nello specchio. Sentitevi angeli per il vostro impegno in famiglia o nel lavoro. Sentitevi angeli per la vostra dolcezza e bontà d’animo. Fatelo ora perché finalmente anche la moda è pronta a dare largo spazio alla nostra imperfezione.

Cristina Ciurleo