Venezia77: meno ospiti internazionali e più talenti di casa nostra. Tra orgoglio nazionale e paillettes ecco tutti i look vincenti da imitare

Nonostante le perplessità e lo scetticismo generale, procede a gonfie vele la 77esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia. Meno ospiti internazionali rispetto al solito, più talenti di casa nostra. Una sorta di riconoscimento, un premio, per un Paese che nonostante tutti i suoi limiti e le difficoltà è riuscito a riorganizzarsi in modo da poter celebrare anche quest’anno la bellezza e il talento di giovani promesse e maestri dell’arte cinematografica.

Presa da quest’impeto di orgoglio nazionale, oggi scelgo di essere buona. Per questo, mi limiterò ad elogiare i migliori look sfoggiati sul red carpet fino a questo momento senza “sparare a zero sulla croce rossa”.

Body confidence – Riuscire ad amare se stessi è sicuramente una delle più grandi conquiste a cui il genere umano possa ambire. Vanessa Incontrada è la prova di quanto superficialità e stupidi stereotipi non abbiano alcun potere su una donna consapevole della propria bellezza. Sorride alla vita, solare più che mai nel suo abito rosso firmato Dolce&Gabbana. Elegante, fiera delle sue forme e caliente. Brava Vanessa! (Voto:8)

Sempre sul pezzo Maledettamente impeccabile in ogni occasione. Per un momento avete considerato un suo possibile scivolone questa volta? Ecco l’ennesima smentita. Tilda Swinton colpisce ancora e sfoggia un look più bello dell’altro. Tra tutti, meritevole di lode, l’abito Chanel indossato in occasione del red carpet di “The Human voice”. Casto, candido e puro, adatto ad una vera divinità come lei. A completare l’outfit un capolavoro di Manolo Blahnik. Ricordate, la regina dei ghiacci non manca un colpo! (Voto: 8 ½)

Meritato- Sceglierla come madrina della corrente edizione è stata una scelta consapevole, pensata e sicuramente azzeccata. Anna Foglietta ringrazia chi ha voluto scommettere su di lei e continua a dispensare lezioni di stile. Dopo aver sfoggiato look più “posati” svela il suo lato sexy e audace scegliendo Etro: abito nero scintillante con spalle rigide e scollo a “v” profondo. Avere cervello ed essere socialmente impegnata non significa essere noiosa. Stupiscici ancora Anna! (Voto:8)

Marmorea –Siamo abituati a vederla protagonista di film estremamente avvincenti, “colpevoli” di porre quasi in secondo piano così tanta bellezza. Katherine Waterston è eleganza pura. Fine, raffinata, sfila leggera con un portamento tale da fare invidia a parecchi componenti delle più note famiglie reali. Per lei, un look più riuscito dell’altro. Il mio preferito?! L’abito nero zero scollature firmato Prada. Una vera bambola di porcellana. (Voto: 8 ½)

Superstite – Devo ammettere di aver avuto serie difficoltà nel trovare dei look maschili degni di nota. Vista però la mia attuale bontà d’animo ho deciso comunque di premiare chi, nonostante non si azzardi mai ad uscire dalla propria “comfort zone”, riesce sempre ad apparire come un bel figurino. Promosso (non esattamente a pieni voti) Marco Fantini con il suo smoking Hugo Boss. È sicuramente lui a spiccare nella coppia, viste le pessime performance della compagna Beatrice Valli. Colpo di fortuna? (Voto: 6+)

Cristina Ciurleo