Tosca e Sílvia Pérez Cruz insieme per celebrare il ricordo di Lucio Dalla

Tosca e Sílvia Pérez Cruz si ritrovano dopo l’acclamata e unica esibizione al Festival di Sanremo 2020, dove hanno incantato in duetto pubblico e giuria aggiudicandosi il primo posto nella classifica della serata Cover. Da oggi, venerdì 19 giugno, la loro Piazza Grande è disponibile su tutte le piattaforme digitali, accompagnata da un video ideato e dipinto a mano dal ‘live painter’ Andrea Spinelli.

Il singolo – Forse tra i brani più famosi del repertorio di Lucio Dalla, di sicuro una delle canzoni più belle di sempre, Piazza Grande, brano del 1972 scritto dal cantautore bolognese con Ron, Gianfranco Baldazzi e Sergio Bardotti, esce nella nuova versione arrangiata da Joe Barbieri che si tinge di inediti colori latini e degli ammalianti intrecci vocali delle due straordinarie interpreti.

La voce essenziale e intensa di Tosca e quella melodiosa della catalana Pérez Cruz si uniscono in un abbraccio accogliente in grado di far emergere con ancora più forza l’animo di questa canzone e la storia che racconta. Melodia e canto, impreziositi da un’avvolgente esplosione di pizzicati di chitarra e violoncello, riescono a trascinare chi ascolta verso luoghi intrisi di tradizioni, odori e sonorità del Mediterraneo. Per pochi minuti, ricordi e piccole luci di un antico passato tornano a echeggiare vividi nella memoria e Piazza Grande diventa un poetico omaggio all’inno alla libertà del testo, una ballata in stile fado sorprendente per misura, grazia e eleganza.

Quando ho dovuto scegliere il brano da presentare alla serata delle cover del Festival di Sanremo – spiega Tosca – non avevo pensato subito a ‘Piazza Grande’. Poi mi sono ricordata che, quando nel ’94 ero in tournée con lui, Lucio si divertiva a stupirmi facendomi ascoltare alcune cose introvabili a cui aveva lavorato. E così mi è venuta in mente questa sua ‘Plaza Grande’. Il desiderio poi di portare un’artista, donna e straniera, con me su quel palco, come faccio spesso nei miei spettacoli in giro per il mondo, è stato determinante. E aggiunge: Sílvia l’ho vista per la prima volta durante un concerto a Roma e ne sono rimasta affascinata. Per me la sua è una delle più belle voci che abbia mai avuto il piacere di ascoltare, una voce talmente magnetica da toccare nel profondo dell’anima chiunque stia lì ad ascoltarla, una voce che racchiude tutto il pathos della tradizione spagnola. Di lei si dice che sia la cantante che canta ogni volta come se fosse l’ultima. Ho deciso così di farmi un regalo e di invitarla a cantare con me in questo omaggio a Lucio, Rosalino, Gianfranco e Sergio. Un mix tra Spagna, Portogallo e Italia.