Sanremo: in attesa del gran finale i duetti dei Big ed il superospite Luciano Ligabue. Ecco i promossi ed i bocciati

Il Festival giunge alla penultima serata in attesa del gran finale di sabato. L’ascolto della terza serata di Sanremo 2019 riconferma il trend della seconda (9,4 milioni e 46,7%) ma sensibilmente inferiore all’anno scorso, quando registrò 1,4 milioni di spettatori. Una cifra sicuramente positiva, ma non incoraggiante che questa sera potrebbe aumentare con i duetti dei big ed il superospite Luciano Ligabue, Il rocker presenta un mix delle sue più grandi hit, e poi insieme a Claudio Baglioni porta sul palco dell’Ariston un emozionante omaggio a Francesco Guccini.

Ecco la scaletta dei cantanti della quarta serata con l’ordine dei big e le pagelle delle esibizioni della serata.

Luciano Ligabue: Un grande cantautore, il suo ultimo singolo è uno dei successi radiofonici di quest’ultimo periodo, ha il sapore delle atmosfere dei Coldplay. Ventinove anni di carriera festeggiati su un trono tutto d’oro per l’imperatore del rock. Claudio Bisio intrattiene un momento comico, con qualche problema tecnico di troppo, e poi di nuovo musica ed il pubblico è in visibilio. Baglioni si improvvisa microfonista ed i cori da stadio si sprecano…come se fosse ancora Campovolo. Si procede con il saluto a Guccini sulle note di “Dio è morto” attuale oggi più che mai.

Francesca Carta-Shade con Cristina D’Avena VOTO 9

Cristina D’Avena ha lasciato a casa i puffi. La canzone è teen, il duetto furbissimo. Cristina l’anno prossimo la vogliamo nei big.

Motta con Nada VOTO 10

Sembra un brano per Nada, che per altro ha appena pubblicato un album bellissimo. Il brano l’ho già detto, è di razza.

Irama con Noemi VOTO 8

Soul e black con il graffio di Noemi, sembra di stare ad Harlem. Ce l’hanno messa tutta.

Patty Pravo-Briga con Giovanni Caccamo VOTO 6.5

Il duetto non è che sia riuscito benissimo, cantare in due e con la mitica Patty non è cosa facile. Caccamo è anche al piano, tutto si confonde un po’ troppo.

Negrita con Enrico Ruggeri e Roy Paci VOTO 10

La tromba di Roy Paci, la voce inconfondibile dei Negrita è un mix perfetto. Sublime. Perchè non mettere su un concerto tutti insieme?

Il Volo con il violinista Alessandro Quarta VOTO 7

Classicità o modernità? È l’eterno bilico su cui i tenori, non più “ini”, giocano la loro carriera. Anche il duetto è inserito in questa dicotomia

Arisa con Tony Hadley e i Kataklò VOTO 8

Sempre meglio e con Tony Hadley l’eccentricità del pezzo acquista valore.

Mamhood con Gue Pequeno VOTO 9

Bell’accostamento, potrebbe andare in radio anche così.

Ghemon con Diodato e Calibro 35 VOTO 9.5

In questa veste il pezzo assume un piglio ancora più aggressivo. Benissimo

Francesco Renga con Toni Bungaro e le due etoile Abbagnato e Friedemann Vogel Voto 8

Non si è ben capito a livello musicale cosa riesca a dare questo accostamento. la Abbagnato e Vogel sono sempre da dieci e lode pero eh. Bungaro merita il palco tutto per se.

Ultimo con Fabrizio Moro VOTO 10

Moro ed Ultimo sembrano due fratelli separati alla nascita. Perfetti insieme

Nek con Neri Marcorè VOTO 6

Duetto riuscito a livello di spettacolo. Musicalmente non toglie e non aggiunge

Boomdabash con Rocco Hunt e i Musici Cantori di Milano VOTO 9

Il brano in questa veste è ancora più catchy…benissimo.

Zen Circus con Brunori Sas VOTO 7

Brunori è un grande, il pezzo è distante da lui però e molto…troppo zen.

Paola Turci con Beppe Fiorello VOTO 7

Lo volevamo a condurre il festival ci accontentiamo del duetto…poi chissà

Anna Tatangelo con Syria VOTO 9

Due icone pop. Il pezzo ne trova beneficio, e non ce ne per nessuno.

Ex-Otago con Jack Savoretti VOTO 7.5

Il pezzo è debole, il duetto no. Jack Savoretti alza il livello.

Enrico Nigiotti con Paolo Jannacci e Massimo Ottoni VOTO 10

Il cantautorato italiano esiste ancora ed i duetti, quelli belli, pure.

Loredana Bertè con Irene Grandi VOTO 10 e lode

Due dive del rock insieme a Sanremo cosa fanno fanno? Spaccano! Oltre la lode.

Daniele Silvestri-Rancore con Manuel Agnelli VOTO 6.5

Non prende più di tanto questo duetto che appesantisce troppo. C’è di meglio.

Einar con Biondo e Sergio Sylvestre VOTO 8

Siamo ad Amici? No, e quindi? Si poteva osare si più. Il talento non manca però…

Simone Cristicchi con Ermal Meta VOTO 8

E se Ermal Meta portasse bene a Simone Cristicchi e lo facesse vincere? Bel duetto.

Nino D’Angelo con Livio Cori ed i Sottotono VOTO 7

I Sottotono sono tornati! Una sorpresa piacevole.

Achille Lauro con Morgan VOTO 6.5

Genio e sregolatezza, Morgan un Sanremo lo perse ancor prima di partecipare e fa piacere rivederlo, è una sua rivincita. Ma al netto di questo non mi sembra uno dei duetti tra i più riusciti. Avrei invitato tutti i Bluvertigo.