Rijksmuseum museum di Amsterdam: a spasso nel tempio della scuola fiamminga

Il Rijksmuseum, Museo Nazionale di Amsterdam, è una delle attrazioni più visitate nella città di Amsterdam ed una piacevole meta estiva per tutti gli amanti dell’arte che preferiscono il museo alla spiaggia. Situato nell’elegante Quartiere dei Musei nel cuore della città, è considerato il tempio della scuola fiamminga. Fu fondato nel 1800 a L’Aia, per esporre le collezioni degli statolder olandesi, sull’esempio francese. Allora era nota come Galleria Nazionale d’Arte. Nel 1808 il museo fu trasferito ad Amsterdam, per ordine di Luigi Napoleone, nipote di Napoleone Bonaparte. Quando il museo aprì le sue porte nel 1885, si trovava ai margini di Amsterdam. I dipinti di proprietà della città, ad esempio: “ La ronda di notte” di Rembrandt, divennero parte della collezione.

Il museo possiede la più grande collezione di opere artistiche del periodo d’oro dell’arte fiamminga (1584-1702) e una considerevole collezione di arte asiatica. La storia dei Paesi Bassi è presentata in un contesto internazionale, lungo un percorso cronologico allestito su quattro piani del museo in 80 sale.

Al piano 0 troverete il periodo dal 1100 al 1600: Medioevo e rinascimento. Su questo piano si trovano anche le Special Collections, un’esposizione di numerose sottocollezioni.

Il piano 1 ospita i secoli XVIII e XIX, dove si potrà ammirare, oltre alle altre opere d’arte anche: Autoritratto con cappello di feltro grigio di Vincent Van Gogh.

Il piano 2 è interamente dedicato al XVII secolo, l’Età d’oro olandese, con l’Eregalerij situata al centro dell’edificio in cui si trova “La ronda di notte”, dipinto a olio su tela (359×438 cm) di Rembrandt, realizzato nel 1642 e considerato uno dei maggiori capolavori del maestro olandese per le dimensioni grandiose. Accanto alla notevole collezione di Rembrandt, figura la selezione di quadri di Johannes van der Meer, conosciuto come Jan Vermeer e noto per opere quali la Ragazza col turbante (nota anche come La ragazza con l’orecchino di perla), la Lattaia, La stradina, Donna che legge una lettera e La lettera d’amore.

Il piano 3 ospita il XX secolo.
All’interno del museo si trova anche la Rijksmuseum Research Library, la più ampia biblioteca pubblica che tratti di storia dell’arte nei Paesi Bassi. I visitatori possono accedere alla sala lettura per soddisfare le proprie curiosità sulle collezioni o per consultare libri e cataloghi. La biblioteca dispone di una sala per la consultazione e lo studio di stampe, disegni, libri rari, fotografie e album provenienti dalla Rijksmuseum Research Library. Il catalogo contiene più di 300.000 libri, periodici e cataloghi d’aste.
Un luogo magico, da scoprire, ricco di arte e cultura.

Giada Fanelli