Quel che resta di Sanremo2020: ecco i look che ricorderemo di questa edizione del Festival

Bella, avvincente, carica di emozioni. Si conclude con un bilancio nettamente in positivo, la settantesima edizione del Festival di Sanremo. Personalmente, era dai tempi della coppia
Bonolis – Laurenti che non ridevo così. L’aspetto vincente? l’imprevedibilità. Tra alti e bassi, litigi e chiarimenti, Sanremo è riuscito a regalarci qualche lacrima, forti sorrisi e tanto, tantissimo gossip su cui ricamare sopra nei prossimi mesi: la farfallina di Belen è niente in confronto alla diatriba Morgan – Bugo. Ormai più che nota la classifica canora è ora di vedere chi in quanto a stile è uscito vincitore dalla finale del Festival e chi invece ha deluso anche in questo ambito. Vediamo uno ad uno i look dei 23 (una coppia l’abbiamo persa per strada) artisti che ci hanno tenuto compagnia in questa breve ma intensa settimana.
Irene Grandi – Speravo in un crescendo dalla prima all’ultima serata, ma niente. L’abito lungo e grigio spegne ogni barlume di speranza. (Voto:5)
Rita Pavone – Come avrebbe detto la grande Sandra Mondaini “che noia, che barba, che barba, che noia”. (Voto: 4)
Levante –Vero sì, a lei sta bene tutto, ma diamine Levante un pochino di fantasia? (Voto: 6)
Achille Lauro – C’è chi la moda, la sente, la vive aldilà degli stereotipi della moda stessa. Semplicemente geniale (Voto: 10)
Elettra Lamborghini – Per lei due capisaldi: ruches e paillettes. Ti amiamo così: esagerata. (Voto:6)
Michele Zarillo – Sobrietà ed eleganza, un classico per non sbagliare. (Voto: 7)
Enrico Nigiotti – In Armani, abbandona per un attimo il suo stile da “clochard”. Insolito ma bello. (Voto: 6 ½)
Alberto Urso – Il look segue il verdetto della prestazione canora: deludente. (Voto: 5)
Diodato – Forse aveva paura di non brillare abbastanza. Ha vinto il Festival, limitiamoci a questo (Voto: 5)
Marco Masini – Sarà il fascino degli anni e quella voce… Masini fa sempre la sua figura (Voto: 6)
Piero Pelù – Io capisco l’animo rock, però no. (Voto:2)
I Pinguini tattici nucleari – Mai outfit fu più idoneo al nome. La coerenza prima di tutto. (Voto:7)
Junior Cally – Probabilmente sarà ricordato più per i look azzeccati che per la sua canzone (Voto:7)
Raphael Gualazzi – Un mix and match venuto non troppo bene (Voto: 4)
Tosca – Tanto elegante senza sembrare la principessa sul pisello (Voto: 7)
Francesco Gabbani – Broccato nero. Scegliere il “total black” senza sembrare scontati. (Voto: 6 ½)
Le Vibrazioni – Quando si è gruppo, c’è bisogno di armonia. Tra loro c’è. (Voto: 7)
Anastasio – Non penso l’obiettivo fosse esaltare il girovita. Comunque, si distingue tra tanti. (Voto:7)
Riki – Un pochino adulto, un pochino bimbo. La giusta mediazione (Voto: 7 ½)
Giordana Angi – Il pantalone rovina tutto. Peccato. (Voto: 5)
Paolo Jannacci – Elegante, pulito, classico ma non vecchio. In una parola: giusto. (Voto:8)
Rancore – C’è da dire che è stato sé stesso fino all’ultimo. (Voto:6)
Elodie – Assieme ad Achille è la vincitrice indiscussa. Brava Lady Marra (Voto: 10)

Cristina Ciurleo