Natale 2019: inizia il countdown delle feste. Ecco tutti i trend di questa stagione ed i consigli per non farsi trovare impreparati

Dopo essere stato chiamato in causa diverse volte, il freddo, sembra essersi finalmente insediato nelle nostre città. Chi di noi nell’ultimo mese non si è lamentato della temperatura troppo alta, ben sopra la media stagionale? Il caldo è bello sì, ma a patto che si stia in vacanza, a sorseggiare bollicine sulla spiaggia in piena nullafacenza (o almeno in ferie). Ritrovarsi seduti ad una scrivania, davanti al pc, con fuori un sole che spacca le pietre non è sicuramente una condizione piacevole. Senz’altro non ci sprona a lavorare intensamente per vincere il premio di impiegato del mese. Il freddo è una condizione NECESSARIA affinché dopo le vacanze estive si riesca il prima possibile a riprendere la routine.

Fortunatamente, anche se accompagnato da qualche pioggia di troppo, il freddo è tornato da noi giusto in tempo. In tempo per il giorno più desiderato dell’anno, più atteso, più amato dai bambini (e adulti) di tutto il mondo, il Natale! Come ogni grande evento che si rispetti anche il Natale, nonostante sia un appuntamento fisso che si ripete ogni anno, necessita di un’organizzazione curata nei minimi dettagli. Se siete dei veri amanti di questa festività, sappiate che ci sono delle vere e proprie “regole” da rispettare per rendere questo giorno davvero speciale.

In primis, è indispensabile trasformare la vostra casa in una sede dislocata del quartier generale di Babbo Natale. L’albero, di vitale importanza. A questo si vanno ad aggiungere, luci, decorazioni varie, calze pronte ad accogliere cioccolatini, carbone e caramelle, ghirlande, candele profumate … tutto il necessario affinché la vostra casa risulti ancora più “calda” del solito. Ad aiutarci in questa missione, i cari amici di Ikea, Maison du monde, Tiger, perfettamente calati nel clima natalizio (pensano al Natale da fine settembre circa).


Seconda componente indispensabile: il cibo. Esiste qualcuno che riesca a resistere alle tentazioni delle tante prelibatezze nel periodo Natalizio? Ogni Paese, ogni regione, ha la sua tradizione. A Roma per esempio la proporzione è: 24 è baccalà come 25 è abbacchio al forno con patate. Massimo comun denominatore di tutte le case, sono i dolci: torrone, pandoro, panettone e biscotti di pan di zenzero. Mettersi ai fornelli per preparare i biscotti assieme ai vostri bambini contribuirà sicuramente a rendere l’atmosfera ancora più confortevole. Se pensate di non essere in grado tranquilli, ancora una volta, saranno i nostri amici svedesi ad aiutarci: da Ikea nella sezione riservata alla cucina tipica trovate l’impasto già pronto per essere steso e infornato.


Infine, non certo per importanza, i regali. È vero, il Natale non può certo essere ridotto a qualcosa di puramente materiale però … non facciamo i finti moralisti, quanto è bello (nei limiti delle possibilità ovviamente) vedere la faccia estasiata di chi scarta quel pacco che desiderava da tempo? Calzettoni e pigiami un evergreen per andare sul sicuro. Il 29 novembre SAVE THE DATE, il “black friday” ci aiuterà a risparmiare qualche soldino nelle nostre spese.

Cristina Ciurleo