Marshmello e Demi Lovato si riuniscono per aiutarsi a vicenda a capire che “It’s okay not to be okay.” 

Oggi, in occasione della giornata mondiale dedicata alla prevenzione al suicidio, le superstar internazionali Marshmello e Demi Lovato hanno annunciato la loro nuova collaborazione “Ok Not To Be Ok” e la partnership con Hope For The Day, il movimento no-profit che invita al dialogo sulla prevenzione proattiva del suicidio e sull’educazione alla salute mentale.

Scritta dai due artisti insieme a Gregory “Aldae” Hein, James Gutch e James Nicholas Bailey, le parole estremamente emotive della canzone hanno l’obiettivo di ricordare che non bisogna vergognarsi di mostrare le proprie insicurezze, accettando il fatto che siamo tutti umani, come lo stesso ritornello afferma, “Don’t get lost in the moment or give up when you’re closest, all you need is somebody to say, it’s okay not to be okay.

Il video ufficiale, diretto da Hannah Lux Davis (che ha già collaborato con Ariana Grande, Drake, Nicki Minaj), trasporta i due artisti negli anni ’90, quando si svegliavano nelle camerette della loro infanzia: Marshmello è in un letto a castello con strumenti musicali e motivi a quadri sparsi per la stanza e Demi Lovato si ritrova circondata da morbidi cuscini e poster. Nella clip i due artisti si confrontano con le versioni più giovani e insicure di se stessi e, mentre crescono i sintetizzatori, firma musicale del dj della Pennsylvania, Demi e Marshmello si riuniscono per aiutarsi a vicenda a capire che “It’s okay not to be okay.” 

In linea con la canzone e con il messaggio del video ufficiale, la partnership per il progetto Hope For The Day permetterà ai fan di entrambi gli artisti di sfruttare le rispettive voci e piattaforme per sostenere coloro che ne hanno bisogno e contribuire a fornire le risorse necessarie per aiutarli.

Siamo entusiasti di collaborare con Demi Lovato e Marshmello in questo progetto per rompere il tabù sulla salute mentale, in occasione della giornata mondiale per la prevenzione del suicidio“, ha affermato Jonny Boucher, fondatore e CEO di Hope For The Day. “L’obiettivo di Hope for the Day nella prevenzione al suicidio e nell’educazione alla salute mentale prospera quando collaboriamo con altri personaggi e cosa c’è di meglio di due dei più grandi artisti al mondo con cui lavorare su una traccia che ricorda a tutti che «Va bene non essere OK».”