Mameli: «Certe volte si è più legati ai ricordi che ruotano nell’ orbita di una persona che alla persona in sé»

Da oggi venerdì 12 luglio nelle radio, in tutti i digital store e sulle piattaforme streaming, “Latte di Mandorla” il nuovo singolo di Mameli, il cantautore indie-pop di origini siciliane che ha esordito conInno, il suo EP di debutto (uscito ad aprile 2019) che contiene gli inediti presentati ad Amici 18, come “Ci vogliamo bene”, che ad oggi conta oltre 1,7 milioni di stream su Spotify.

Latte di mandorla è la canzone che mi è servita a metabolizzare la fine di una storia d’amore”, racconta Mameli, “Delle volte si è più legati ai ricordi che ruotano nell’ orbita di una persona che alla persona in sé. Dopo tanto tempo dalla fine della relazione, ho finalmente capito che non era lei a mancarmi, non potevano essere quelle notti buie e tristi, ma la nostra quotidianità…alla fine dei conti è l’abitudine a fotterci tutti. Mai abituarsi! Amen.

MAMELI, è pronto a tornare live con il suo primo headline show, organizzato da Vivo Concerti, che prenderà il via a dicembre 2019. Queste le prime quattro date annunciate:

02 dicembre 2019 || Bologna @ Locomotiv

04 dicembre 2019 || Milano @ Teatro Principe

10 dicembre 2019 || Firenze @ Viper Theatre

12 dicembre 2019 || Roma @ Largo Venue

Quest’estate, inoltre, l’artista avrà il piacere di esibirsi in alcuni dei più importanti festival italiani, che lo vedranno protagonista nel mese di luglio. MAMELI è partito dal Collisioni Festival di Barolo, mercoledì 10 luglio 2019, per poi proseguire all’Indimenticabile Festival di Bologna, sabato 13 luglio, finendo con un concerto nella meravigliosa cornice di Venezia, domenica 14 luglio 2019 all’Home Venice.

All’anagrafe Mario Castiglione, MAMELI nasce a Catania nel 1995 e da piccolo impara a suonare il pianoforte, passione che lo accompagna fino ai quattordici anni, quando riceve, in regalo dal padre, una chitarra acustica. È in quel momento che abbandona la didattica musicale per approfondire il mondo della canzone. Brano dopo brano, scrivendo i suoi primi testi, si rende conto che ciò che desidera è dedicare la vita all’arte e, a soli 20 anni, lascia la Sicilia per trasferirsi a Milano. Forte dello spirito di dedizione che lo caratterizza, si autoproduce il primo disco con le sue sole forze e questo lo porta a firmare un contratto discografico con la Sugardi Caterina Caselli. Giovanissimo e dopo due anni di duro lavoro sotto la guida dei professionisti discografici di Sugar, MAMELI entra a far parte della scuola d’arte più famosa d’Italia, Amici, partecipando alla diciottesima edizione del programma. Fin dalle audizioni viene notato e apprezzato per il talento e la maturità artistica che lo contraddistinguono: i pezzi che porta sul palco in ogni puntata sono estremamente originali e sanno stupire di volta in volta il pubblico, così come le cover, a cui riesce sempre a regalare un tocco unico e personale. Con molta determinazione accede alla fase serale del talent show, arrivando in semifinale, sempre sostenuto dai fan e dai direttori artistici della trasmissione. Il 26 aprile 2019 esce “Inno”, EP di debutto dell’artista, che in poche ore raggiunge la Top 5 su iTunes. Il disco contiene gli inediti presentati ad Amici 18, come “Ci vogliamo bene” (oltre 1,7 milioni di stream su Spotify) e ha raggiunto il secondo posto della classifica iTunes in poche ore dal lancio. Le tracce presenti nel nuovo lavoro del giovane cantautore e producer, sono sette: Ci vogliamo bene, Limonare, Milioni di cose, Netflix, Lentiggini, Gelateria e Casa di Carta.“Inno”è caratterizzato da sonorità inconfondibili e testi che si ispirano alla vita quotidiana, in perfetto stile MAMELI. L’EP è stato prodotto dall’artista stesso e mixato da Alex Trecarichi (Ci vogliamo bene) e Ivan Rossi (Limonare, Milioni di cose, Netflix, Lentiggini, Gelateria), ingegnere del suono che ha lavorato con artisti del calibro di Baustelle e Thegiornalisti.

Il suo nome d’arte, oltre ad essere un forte riferimento all’inno italiano composto da Michele Novaro, deriva dalla via nella quale ha vissuto prima di partecipare ad Amici, che per lui ha rappresentato una vera e propria rinascita verso la musica e il canto.