La montagna d’estate è il rimedio definitivo per le vacanze Covid-free

La montagna d’estate. C’è chi ne è innamorato da sempre e chi invece quest’anno, terrorizzato all’idea di dover fare a cazzotti in spiaggia per l’ultimo ombrellone rimasto, tenterà un primo approccio. Tra questi, anche chi fino a qualche mese fa era convinto del fatto che “il nord” lo si potesse vivere solo d’inverno tra una sciata, una birra e un ruzzolone di troppo e che adesso è costretto a ricredersi. In fondo tutta questa storia qualcosa ci ha insegnato: nella vita le certezze si contano sulle dita di una mano.

Personalmente, ho sempre preferito il refrigerio del Trentino al caldo torrido della località balneari. Da veterana quale sono quindi vorrei in primis rassicurarvi di una cosa: abbandonare il mare in favore della montagna non significa affatto rinunciare alla vostra solita abbronzatura, anzi. Tornati in albergo dopo un’intensa giornata di cammino tra i monti, vi sorprenderete di quanto il vostro colorito si sia ravvivato senza neanche aver dovuto patire il caldo.

Se siete dei novellini, i miei consigli su cosa mettere in valigia si riveleranno sicuramente preziosi. Non vorrete rischiare di portare a casa un brutto ricordo della vostra “prima volta” in montagna versione estiva?!

1)D’ESTATE COME D’INVERNO Avete abbandonato sul fondo dell’armadio il vostro equipaggiamento da scii convinti del fatto che non vi sarebbe servito fino al prossimo anno e … avete sbagliato. Non saranno necessarie maglie termiche e giacche a vento ma i calzettoni in spugna assolutamente si! A meno che non vogliate trascorrere l’intera vacanza a lottare con vesciche e piedi doloranti, sarà bene indossare gli scarponi con annesse calze appropriate.

2)CONTRO L’IMPREVISTO Un po’ come alle scale di Hogwarts , al cielo in montagna “piace cambiare”. Il fatto che per tutta la mattinata vi abbia fatto compagnia un sole caldo non esclude la possibilità che poche ore dopo un terribile temporale possa scagliarsi sul vostro cammino. In questo caso K-way è la parola d’ordine. Indispensabile per non ritrovarsi impreparati.

3)L’ABC D’estate l’80% della popolazione tenta di combattere l’insonnia notturna dovuta al caldo abolendo il pigiama e rimanendo letteralmente in mutande. Fate attenzione perché l’abitudine potrebbe indurvi nel grave errore di ometterlo anche dalla vostra valigia. Calato il sole, le temperature tenderanno a scendere e rifugiarsi sotto la copertina con il vostro pigiamino sarà estremamente piacevole credetemi.

4)RICORDI Nel vostro zainetto mettete borraccia dell’acqua, cartina, macchina fotografica e un banalissimo block notes. Dopo ore di camminata arrivati in cima sarà vostro dovere imprimere su carta il timbro del rifugio così da poter sfoggiare con i vostri amici, una volta tornati a casa, ogni traguardo raggiunto.

5)VINTAGE Se in vacanza avete intenzione di sfoggiare i pezzi migliori del vostro guardaroba, la montagna non è adatta a voi. Lasciate i capi più costosi e casa e fate incetta di magliettacce scolorite e tute da 4 soldi. La natura “sporca”.

Ora siete davvero pronti per questo nuovo esperimento. Liberate la mente, abbandonatevi al silenzio e godetevi un’esperienza di cui sono certa non riuscirete più a fare a meno.

Cristina Ciurleo