#IORESTOACASA: Crisi di pulizie di primavera in tempo di quarantena? È possibile uscirne fuori quasi indenni

Eccoci di nuovo, altro giro, altra corsa.

È appena iniziata una nuova settimana di quarantena. Pronti a trascorrere numerose, preziosissime ore nelle nostre calde e accoglienti dimore? Credetemi, prima di quanto si possa immaginare, rimpiangeremo questi momenti di dolce ozio, soprattutto quando saremo nuovamente immersi nelle nostre giornate frenetiche e senza fine. Il trucco sta nel sapersi dedicare ogni giorno a qualcosa di diverso, tenendo il più possibile lontana la pigrizia e soprattutto la monotonia.

Iniziamo quindi da qualcosa che ci aiuterà sotto due diversi punti di vista:

1)Necessitando parecchio tempo, farà scorrere più velocemente le lancette del nostro orologio.

2)Inconsapevolmente ci obbligherà ad allenare i muscoli indolenziti dalle troppe ore di divano.

Questo è il momento giusto per prendere coraggio, aprire i nostri armadi e renderci pienamente consapevoli del caos totale generato da anni e anni di accumulo. Chi di voi non è solito rimandare la pulizia dei cassetti alla fatidica “prossima volta?”. La verità è che per molti il mantra della vita è: non fare oggi quello che potresti fare domani. In questa situazione surreale come questa però, in cui oggi rischia di essere uguale a ieri, a domani e a dopodomani rimboccarsi le maniche e darsi da fare è certamente la migliore soluzione possibile.

Per chi (parlo soprattutto del pubblico femminile) fare ordine nel proprio armadio, risulta essere un’impresa titanica nonché impossibile, faranno comodo questi pochi, semplici consigli.

NO AL SENTIMENTALISMO: Gli unici ricordi degni di essere conservati sono quelli che custodiamo nel cuore e nella mente. Non siate ipocriti, salutate i vestiti che non incontrano minimamente i vostri gusti solo perché vi sono stati regalati da “persone care”. Ricordate, l’amicizia è anche sincerità.

CHIEDETE AIUTO: Se siete in crisi, chiedete supporto a un genitore, un amico o meglio ancora… al vostro fidanzato. Vi sorprenderà scoprire quanto il cinismo dell’essere maschile possa esservi utile in queste situazioni. Il non poter ribattere a un semplice “non l’hai mai messo” è già una risposta.

INIZIARE DAL FACILE: Accantonate inizialmente i pezzi sui quali siete in dubbio. Iniziate eliminando tutti i vestiti che non sono della vostra taglia attuale (dai, sapete di quali parliamo). Non raccontatevi balle: “quando dimagrirò lo rimetterò”. Quando dimagrirete vorrete comprare altri nuovissimi vestiti che diano risalto alla vostra ritrovata forma smagliante.

SIATE GENEROSI: Avete presente quel jeans che la vostra sorellina vi ha chiesto in prestito centinaia di volte? O quel maglione che vostro padre vi ha regalato per poi ripetervi innumerevoli volte che in realtà avrebbe voluto comprarlo per sé. Questa potrebbe diventare un’ottima occasione per fare un regalo gradito senza spese e al tempo stesso guadagnare posto per i prossimi acquisti.

LA REGOLA DELLE 5 VOLTE: Infine, fondamentale è seguire la regola delle 5 volte. Vi basterà chiedervi se avete indossato quel capo almeno 5 volte nel corso della stagione. Se la risposta è no, non vi resta che arrendervi all’evidenza e troncare definitivamente la vostra relazione.

Tutto chiaro amici? È tempo di pulizie.

#restateacasa e date anche voi il benservito al superfluo!

Cristina Ciurleo