Fedez e gli altri: la nuova tendenza è poter essere rivoluzionari seguendo la moda

Potrà sembrarvi un controsenso ma le voci più potenti al giorno d’oggi sono quelle di chi dice la sua, viene ascoltato, supportato e non ha bisogno di esimersi dall’indossare vestiti griffati per risultare credibile. In passato siamo stati abituati a pensare alle personalità più influenti della storia come individui totalmente indifferenti e distanti dal mondo del fashion system. Chi ogni giorno si impegna e si espone in battaglie mediatiche a livello mondiale non avrà sicuramente il tempo per immaginare quanto l’indossare le scarpe dei tuoi sogni possa renderti felice … o forse si?

Se prima lo stereotipo comune prevedeva che la “divisa” del rivoluzionario perfetto fosse composta da abiti da quattro soldi abbinati senza il minimo gusto, oggi sappiate che l’impegno sociale e l’alta moda possono anche andare di pari passo. Questo è stato possibile principalmente grazie ai canali social che hanno dato luce e visibilità a personaggi che prima venivano considerati semplicemente per il loro aspetto esteriore. Se è vero che molti volti protagonisti dei social e dei programmi tv si rivelano un bluff e sono sopravvalutati è anche vero che altrettanti vengono decisamente sottovalutati.

L’uragano Fedez e la diatriba scatenata contro un’istituzione consolidata come la Rai in merito all’ultimo concerto del 1° maggio, è l’esempio eclatante di come anche chi veste Versace da capo a piedi può essere sostenitore di sani principi. Oggi puoi batterti pubblicamente per un futuro migliore, essere al tempo stesso il marito di Chiara Ferragni (emblema per eccellenza dell’influencer di razza) indossare scarpe che l’80% della popolazione del tuo Paese non può permettersi e ottenere comunque il consenso pubblico.

Non credete che questa sia una conquista a dir poco meravigliosa?

A pensarci bene in America, a km di distanza da noi, questo era possibile già anni fa. La stessa Jacqueline Kennedy tanto amata dal mondo intero e apprezzata per il suo impegno sociale è stata musa ispiratrice di designer del calibro di Valentino e non ha mai nascosto il suo amore per la moda e nello specifico per le borse griffate. Di recente, anche la stessa regina di Inghilterra, Elisabetta II simbolo del potere tutto al femminile, ha modificato il suo modo di vestire concedendosi qualche tocco di stile pur rispettando il rigore dell’etichetta di corte: impossibile sorvolare sulla sua passione per il fluo!

Le vere voci da ascoltare quindi, sono quelle di chi è un piacere per le orecchie … ma anche per gli occhi! In fondo, un medico che salva le vite ogni santo giorno ed è stimato da tutti smette forse di essere tale perché si presenta alla guida di una Lamborghini?

Cristina Ciurleo