Ezio Bosso presenta il nuovo album “Grazie Claudio!” ad un anno dal concerto con Silvio Orlando

Roma, 12 07 2018 Auditorium Parco della Musica. Stagione Estiva: EZIO BOSSO NUOVI MONDI, Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Ezio Bosso direttore Luigi Piovano violoncello. ©Musacchio&Ianniello

il 20 Gennaio 2019 cinquanta musicisti dalle migliori orchestre di tutto il mondo, alcuni veri e propri caposaldi del percorso abbadiano, risposero alla chiamata di Ezio Bosso e dell’associazione Mozart14 di Alessandra Abbado per unirsi a giovani talenti della European Union Youth Orchestra e agli amici della Europa Philharmonic Orchestra fondata dal Maestro Bosso, in una grande orchestra senza nome per ricordare in musica e amicizia i cinque anni dalla scomparsa del grande Maestro milanese nell’auditorium Manzoni di Bologna.

Un evento unico nel suo genere che, nel totale rispetto dei principi abbadiani, lo ricordò con gioia, senza retorica, col piacere di ritrovarsi dopo lunghe carriere spesso distanti, omaggiandolo prima di tutto con quella qualità assoluta che egli ha sempre chiesto ai suoi musicisti.

Ezio Bosso è stato ospite sulle pagine di Domanipress

Leggi l’intervista esclusiva

Clicca qui

Keith Pascoe, Jörg Winkler, Luca Franzetti, Jacques Zoon, Etienne Abelin sono solo alcuni dei nomi che, da prime parti, parteciparono al grande concerto di Bologna, felici sotto la bacchetta di Ezio Bosso, spesso loro ex collega, oggi direttore dopo un lunghissimo percorso di studio e attività nelle più importanti orchestre del mondo. E molti di loro oggi fanno parte a tutti gli effetti della grande comunità aperta detta Europa Philharmonic Orchestra, vera incarnazione dei principi etici, culturali e musicali di Bosso, protagonista di due album Sony distribuiti in tutto il mondo e del fortunatissimo format televisivo, creato da Bosso stesso, “Che Storia è la Musica”, nonché di molti concerti nelle migliori stagioni.

Il concerto bolognese fu sold out sin dalle prove aperte e, incentrato su un repertorio pienamente condiviso con tutti i musicisti, com’è consuetudine di Bosso, si configura, allora come oggi, come un vero omaggio corale di tantissimi professionisti ad una stagione musicale che vide l’Italia in primissimo piano nel panorama culturale europeo. Un programma dunque perfetto per carezzare la memoria di Abbado e un inedito e divertente Pierino colorato da un tocco di borbonica ironia nella voce sorridente di Silvio Orlando al suo esordio in questo ruolo narrante.

Il concerto Grazie Claudio! è stato organizzato dall’Associazione di Promozione Sociale Mozart14 per ricordare Claudio Abbado nel quinto anniversario dalla sua morte. Per ringraziarlo di averci illuminato sui tanti aspetti – compresi quelli benefici – della musica, alla quale ha sempre voluto avvicinare tutte le persone: chi già la conosce e chi ancora non la conosce, ma soprattutto chi si trova in condizioni di disagio sociale e di sofferenza.

Per ringraziarlo di avere intrapreso iniziative che fanno entrare la musica al chiuso di un ospedale pediatrico, per diventare terapia; all’interno – semi irraggiungibile – di un carcere, per diventare occasione per ritrovare sé stessi e momento di ascolto e collaborazione con gli altri.

Per averci fatto capire la forza aggregatrice della musica, che è linguaggio universale, che non conosce confini, culturali o geografici, e nemmeno barriere, siano muri materiali o pregiudizi. La musica, che è libertà di espressione. Esercizio all’ascolto.

Il ringraziamento di Mozart14 si unisce a quello degli oltre 4000 bambini che hanno beneficiato della musicoterapia di Tamino mentre erano in cura in ospedale; degli oltre 600 detenuti che hanno cantato nel Coro Papageno in carcere; dei ragazzi che hanno composto canzoni al minorile durante le sedute di song writing Leporello; dei tanti bambini e adolescenti sordi e con disabilità sensoriali che hanno scoperto la propria voce frequentando i laboratori di ritmo e vocalità di Cherubino.”

Alessandra Abbado

Presidente Associazione di Promozione Sociale Mozart14

ORGANICO ORCHESTRA

VIOLINI PRIMI

Keith Pascoe*

Gabrielle Shek

Elisa Eleonora Papandrea

Sophie Chang

Edoardo De Angelis

Alessandro Cosentino

Matthew Bain

Hannah Renton

Jacqueline Martens

David Pablo Bellido Herrero

VIOLINI SECONDI

Etienne Abelin*

Gunilla Kerrich

Chiara Spagnolo

Enrico Catale

Magdalena Gacek

Anna Kuk

Tatjana Reuter

Magdalena Sammer

VIOLE

Jörg Winkler*

Francesca Turcato

Laura Hernández García

Marcello Salvioni

Alma Möller

Michiel Davy Wittink

VIOLONCELLI

Luca Franzetti*

Iseut Chuat*

Paolo Perucchetti

Massimo Repellini

Romain Lapeyre

Nina Kiva

CONTRABBASSI
Giorgio Galvan*

Lucio Corenzi

Vanessa Oliveira Lima

Luzia Correia Rendeiro Vieira

FLAUTI

Jacques Zoon*

Alessandra Russo

OBOI

Luigi Finetto*

Guido Gualandi

CLARINETTI

Simone Nicoletta*

Benjamin Christ

FAGOTTI

Marco Giani*

Alexandre Molina Solís

CORNI

Jonathan Williams*

Giuseppe Russo

Claudia Cobos Valero

TROMBE

Luca Piazzi*

Francisco Gaspar Tomás López

TROMBONE

Domenico Lazzaroni*

TIMPANI

Robert Kendell*

PERCUSSIONI

Isabella Rosini*

L’Associazione Mozart14 è nata nel 2014, per sostenere e continuare le iniziative musicali avviate in ambito sociale ed educativo da Claudio Abbado, di cui condivide gli ideali e segue l’esempio.

Presieduta da Alessandra Abbado, Mozart14 crede nel valore educativo del fare musica e cantare insieme, nel loro grande potere di rendere sopportabili il disagio fisico e quello interiore.

Con i suoi laboratori di musicoterapia e di canto corale – Tamino, Coro Papageno, Leporello, Cherubino – Mozart14 entra nella vita dei degenti dei reparti pediatrici, di bambini e adolescenti con disabilità fisiche e percettive, di detenuti e detenute, dei ragazzi reclusi nel carcere minorile. www.mozart14.com