Essere studenti universitari a Milano adesso è più facile con il primo Welcome Kit dedicato ai fuorisede

Milano – Oggi, 28 settembre a Palazzo Marino, si è tenuta la presentazione del Welcome kit universitario, un progetto portato avanti da Leonardo d’Onofrio e Andrea Missaglia, fondatori di University network, una community che ha a che fare da anni con studenti universitari di 35 atenei.

Avendo esperienza nell’ambiente accademico l’organizzazione della community , ha ben presente quali sono le problematiche del settore, specie per i ragazzi e le ragazze che si trovano a dover cambiare città e adattarsi ai ritmi frenetici di Milano, che a primo impatto può sembrare fredda e inospitale, specie se si è da soli.

Ad aprire l’evento è un intervento dell’assessora allo sport Martina Riva, facente le veci del comune di Milano, primo partner del progetto. Riva spiega come il comune abbia accolto di buon grado l’idea del welcome kit non solo per rafforzare il legame tra territorio e aziende, ma anche e soprattutto per agevolare il più possibile migliaia di giovani che ogni anno si trasferiscono nella metropoli. L’assessora infatti sa bene quante problematicità  si possano incontrare, partendo dal caro affitti sul piano economico, fino alla difficoltà nel conoscere nuove persone sul piano personale.

Proprio in questo contesto si inserisce il Welcome kit 2022, che collabora con diverse aziende del territorio, offrendo gratuitamente alle matricole che lo ricevono degli sconti. Tra i partner troviamo ATM e Acciona nel settore dei trasporti, Filetteria e Rosso pomodoro per quanto riguarda la ristorazione, Magazzini Generali e Ticket master per party e serate, e altri come Sony music, Red bull e Milano sport.

D’Onofrio e Missaglia ci raccontano che il progetto è in espansione, è stato proposto in altre città italiane come Torino e Bologna, e all’estero in Francia e Spagna.

La distribuzione dei kit avrà luogo dal 3 al 7 ottobre nel temporary shop a Spazio Tenoha (Via Vigevano 18, Milano), fino a esaurimento scorte. Per riceverlo basta registrarsi gratuitamente sul sito https://www.universitynetwork.it/ , dimotrando di essere una matricola fuori sede.

I kit a disposizione per questa edizione sono 1500, Missaglia spiega che si calcola un’affluenza di circa 4000 studenti, che potrebbe arrivare a 5000 entro settimana prossima. Nonostante il numero di possibili richiedenti sia molto più alto del numero di kit a disposizione, questo dato non deve spaventare ma incoraggiare, perché significa che circa il 25% delle matricole fuori sede è stata raggiunta; e rappresenta sicuramente un buon punto di partenza per riproporre il kit di benvenuto anche per l’anno prossimo.

Lucrezia Valdameri

Articolo precedenteElisa: pianoforte, chitarra e un elegante quintetto d’archi per il nuovo tour nei teatri
Articolo successivoVideo Intervista – Gad Lerner «Io, giornalista da marciapiede lancio un allarme. Il razzismo ed il suprematismo è come una pianta infestante attecchisce dove manca libertà e cultura»
Musica,Cinema,Letteratura,Arte,Luoghi,TV,Interviste esclusive e tanto altro ancora. Domanipress.it