Cristiano Militello torna in libreria con l’esilarante raccolta dei “Cartelli d’Italia”

Dopo il grande successo dello scorso anno, torna la più pazza, divertente, esilarante galleria di Cartelli d’Italia: scritte folgoranti sui muri, avvisi assurdi, cognomi strampalati, insegne «creative», locandine bizzarre e chi più ne ha più ne metta. Raccolta nata in tv con il titolo di Striscia il cartellone, rubrica di «Striscia la notizia», e poi approdata anche in radio sulle frequenze di R 101, dove tutte le mattine dalle 7 alle 9 Militello ne fa rivivere l’effetto comico attraverso la sua inconfondibile voce, Cartelli d’Italia cresce a vista d’occhio grazie all’entusiastico apporto delle migliaia di «reporter per caso» che continuano a spedire le loro incredibili perle, giorno dopo giorno. Quello che ne esce è un ritratto spietato del livello culturale del nostro Paese, ma nello stesso tempo una prova lampante del nostro genio comico, diverso da regione a regione, elemento fondativo della nostra essenza più profonda. E siccome anche quest’anno, come lo scorso, l’intento del libro è quello di sorridere delle nostre debolezze per ricavarne forza, parte dei proventi derivanti dalla vendita del libro andranno ad aiutare la Fondazione Together To Go (TOG), che cura gratuitamente cento bambini con patologie neurologiche complesse. Ridere, riflettere e fare del bene. Avete un programma migliore per la giornata?

Cristiano Militello è attore, comico, inviato tv, speaker radiofonico. In libreria ha venduto centinaia di migliaia di copie con la famosa saga di

Giulietta è ’na zoccola, antologia degli striscioni più divertenti delle curve italiane, e ora cerca di ripetersi con quella nuova di Cartelli d’Italia, iniziata nel 2018 sempre per Baldini+Castoldi.