Capitale Italiana della Cultura 2023: Bergamo e Brescia sono esempio di visione imprenditoriale illuminata

Bergamo, 18 ottobre 2022 – Comune di Bergamo, Confindustria Bergamo e GAMeC hanno presentato i progetti e i designer vincitori del contest per l’allestimento di due piazze della città di Bergamo: Piazza della Libertà e la piazza antistante la nuova sede di Confindustria al Kilometro Rosso.

I progetti sono interamente sostenuti da Confindustria Bergamo, a testimonianza della volontà di supportare la comunità bergamasca attraverso la realizzazione di luoghi di incontro e di socialità inclusivi, sostenibili e armoniosamente integrati nel contesto cittadino, legati inoltre ai valori di innovazione e operosità, fulcro tanto della mission di Confindustria Bergamo quanto di quella di Bergamo Brescia Capitale Italiana della Cultura 2023. L’installazione di Piazza Libertà sarà inaugurata a inizio 2023 in concomitanza con l’apertura delle celebrazioni per Bergamo Brescia Capitale Italiana della Cultura. L’allestimento della piazza al Kilometro Rosso è invece previsto nella primavera 2023.

I contest, lanciati nel mese di luglio, hanno visto il coinvolgimento di dodici designer internazionali e italiani. Tra questi sono stati selezionati i due progetti vincitori, scelti per creare un ponte ideale tra il centro della città e la sua periferia, tra il nucleo urbano storico e di rappresentanza e l’attuale polo dell’innovazione e dell’industria.

Il progetto che vestirà Piazza della Libertà con un intervento temporaneo orientato a interpretare il tema della capitale della cultura “La Città Illuminata” è Lights On, dei designer greci Objects of Common Interest.

Il progetto è stato selezionato dalla commissione per la capacità di combinare il carattere iconico  dell’elemento scultoreo – il segno luminoso che interagisce con la facciata del Palazzo della Libertà e richiama i valori della Città Illuminata su cui si fonda il progetto di Bergamo Brescia Capitale Italiana della Cultura – a un’esigenza di partecipazione comunitaria, andando  a creare uno spazio accogliente e funzionale per tutte le persone che vivranno la piazza in questo anno di celebrazioni.

Il progetto che trasformerà lo spazio di ingresso alla sede di Confindustria Bergamo all’interno di Kilometro Rosso Innovation District è Pioppeto, dello studio di architettura Salottobuono fondato da Matteo Ghidoni. La piazza, rinnovata, sarà dedicata al concetto di “Industriosa Natura”, scelto dall’Associazione degli industriali bergamaschi per raccontare la propria volontà nel promuovere uno sviluppo attento ai problemi dell’ecologia e della sostenibilità, e nella capacità di farsi guidare da uno sguardo innovativo, dinamico e creativo.

Il Sindaco di Bergamo Giorgio Gori sottolinea: “I due progetti rappresentano alcuni dei primi interventi, in ordine temporale, che permetteranno a Bergamo di evolvere, nel contesto del progetto di Capitale Italiana della Cultura 2023, rappresentando al grande pubblico alcuni dei valori e temi più caratterizzanti della Città Illuminata: l’animo industrioso del territorio, il suo tessuto creativo e imprenditoriale, la spinta all’innovazione e al rinnovamento propri della nostra identità. E, se l’intervento su Piazza della Libertà è destinato ad avere una diversa collocazione a fine 2023, quello del Kilometro Rosso è pensato per restare definitivo, un lascito alla città”.

“Le due opere  prosegue Giovanna Ricuperati, Presidente di Confindustria Bergamo  concorrono a definire la nuova visione di un territorio attrattivo e consapevole delle proprie potenzialità, che dialoga con la modernità, partendo dai suoi punti di forza, la radice manifatturiera, il forte senso di appartenenza, e li coniuga con i valori dell’innovazione e della sostenibilità economica, sociale e ambientale, grazie anche alla capacità evocativa dei linguaggi dell’arte e della cultura. In particolare, il progetto della piazza al Kilometro Rosso Innovation District, si sviluppa lungo le linee di “Industriosa Natura” che ci hanno ispirato durante tutto il processo di realizzazione della nostra nuova sede, segnando l’ulteriore avvicinamento e apertura alla comunità, mentre il progetto per la Piazza Libertà esprime in chiave artistica la visione imprenditoriale illuminata che trova sempre nuove vie per resistere alle complessità dei mutevoli contesti”.

Aggiunge Alberto Barcella, Presidente della GAMeC: “La presentazione oggi dei due progetti vincitori per le piazze di Bergamo e del Kilometro Rosso rappresenta la conclusione di un attento e articolato processo di selezione che ha coinvolto giovani professionisti, ricercatori e curatori di design. Siamo soddisfatti delle energie attivate finora, grazie alle quali la città si arricchisce di due nuovi spazi di incontro mediati dal linguaggio del design urbano, e attendiamo il momento in cui la comunità di Bergamo e i visitatori della città potranno abitarli”.

Articolo precedenteVasco Rossi: satira a tutto rock per il nuovo singolo “Patto con riscatto”
Articolo successivoQuattro regole che abbiamo imparato dalle sfilate di Milano e Parigi per la moda autunno inverno
Musica,Cinema,Letteratura,Arte,Luoghi,TV,Interviste esclusive e tanto altro ancora. Domanipress.it