#Venezia73 – Cerimonia d’apertura e consegna del Leone d’oro a Jezy Skolimowski

Pronta ai nastri di partenza la 73. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia evento che ogni anno trasforma la romantica e affascinante laguna in un incantevole scenario e set cinematografico internazionale. Già dal primo giorno l’atmosfera che si respira è magica e molto vivace, coinvolgendo stampa, attori e curiosi appassionati di cinema in un susseguirsi di eventi, appuntamenti e proiezioni.

La cerimonia di apertura prevista per le ore 19,00 avverrà nella Sala grande del Palazzo del Cinema, durante la serata sarà consegnato il Leone d’oro alla carriera al regista Jerzy Skolimowski. La decisione è stata presa dal CDA della Biennale di Venezia, con a capo Paolo Baratta, su proposta del direttore della mostra del cinema Alberto Barbera.

Il privilegio di consegnare il premio a Skolimowski aspetterà all’attore inglese Jeremy Irons.La scelta di onorare il combattivo ed innovativo regista polacco è, secondo il Direttore artistico del Festival, dovuta al fatto che sia tra i cineasti più rappresentativi di quel cinema moderno, nato durante il famoso periodo della Nouvelles Vague negli anni ’60, rappresentando in Polonia quello che fu Godard in Francia. Spinta innovativa per un nuovo cinema moderno

Durante la sua intera carriera da regista e sceneggiatore si è contraddistinto realizzando più di settanta lungometraggi con accanto attori e collaborazioni internazionali. Tra le sue opere recenti di maggiore rilevanza ricordiamo: “Quattro notti con Anna”, “Essential Killing” e “11 minuti”.

Da quest’anno il comitato della Biennale ha deciso di attribuire due Leoni d’Oro alla carriera a due categorie distinte: uno a registi ed appartenente al mondo della produzione artistica e l’altro ad un attore rappresentante del mondo della fascinazione e dell’interpretazione.

Questa sera sempre nella Sala Grande assisteremo alla prima mondiale del film “ La La Land” di Damien Chazelle, in concorso nella sezione Venezia 73. Interpreti principali di questo  “moderno musical” sono Emma Stone, Ryan Gosling, John Legend e J. K Simmons.

Il film è un omaggio ai grandi musical hollywoodiani che nel passato aprirono diverse edizioni del festival.Un genere che per antonomasia rappresenta il connubio tra realtà e sogno, tra cinema e vita autentica, in  cui il pubblico può sognare  e sentirsi partecipe di un mondo diverso.  Il regista con “La La Land”, ha voluto realizzare un musical sugli artisti e sui sognatori, e sulle difficoltà di conciliare i sogni con i problemi della vita reale. Il film racconta un’ intima e delicata storia d’amore tra due artisti, piena di sfumature, nello stile tipico del grande musical, in cui i sentimenti e le storie d’amore coinvolgono lo spettatore. “La La Land” è la versione moderna e attualizzata del musical in cui rincorrere il sogno del mondo affascinante e duro dello spettacolo può realizzarsi intersecandosi con una delicata narrazione d’amore dove tutto è messo alla prova. Con queste premesse “ La La Land” farà sognare spettatori e amanti del cinema e dell’arte in tutte le sue sfaccettature.

Alle ore 19.00 al PalaBiennale, diretta della Cerimonia di apertura e consegna del Leone d’oro alla carriera a Jerzy Skolimowski. A seguire, la doppia proiezione serale.

Tre i film italiani in concorso in questi giorni ci saranno: Piuma di Roan Johnson, il documentario Spira mirabilis di Massimo D’Anolfi e Martina Parenti, e Questi giorni di Giuseppe Piccioni.

Ecco di seguito la lista completa di tutti i film in concorso di questa edizione:
The Bad Batch di Ana Lily Amirpour
Une Vie di Stéphane Brizé
La la Land di Damien Chazelle
The light between Oceans di Derek Cianfrance
El Ciudadano ilustre di Mariano Cohn e Gastón Duprat
Spira mirabilis di Massimo D’Anolfi e Martina Parenti
Ang Babaeng Humayo (The woman who left)di Lav Diaz
La región salvaje di Amat Escalante
Nocturnal Animals di Tom Ford
Piuma di Roan Johanson
Rai (Paradiso) di Andrei Konchalovsky
Brimstone di Martin Koolhoven
Na Mlijecnom Putu (Sulla via lattea) di Emir Kusturica
Jackie di Pablo Larraín
Voyage of Time di Terrence Malick
El Cristo ciego di Christopher Murray
Frantz di François Ozon
Questi giorni di Giuseppe Piccioni
Arrival di Denis Villeneuve
Le beaux jours d’aranjuez di Wim Wenders                                                                                                                                             Carlotta Bonadonna