“Un medico in famiglia”: la paternità il tema portante della nuova serie. Scopri tutte le novità

La famiglia Martini è sempre più imprevedibile. Anche quest’anno, infatti, per la decima stagione della serie, molte saranno le sorprese che divertiranno ed emozioneranno il suo pubblico affezionato. Tanti nuovi arrivi, e un graditissimo ritorno: il dottor Lele Martini (Giulio Scarpati). Uno dei temi portanti della nuova serie sarà la paternità, proposta in tutte le sue sfaccettature, da quella di nonno Libero (Lino Banfi), affettuosamente partecipe ai problemi del figlio Lele e dei propri nipoti, a quella di Lorenzo (Flavio Parenti) che dovrà affrontare le turbolenze adolescenziali del figlio Tommy (Riccardo Alemanni), a quella di Oscar (Paolo Sassanelli) che si ritroverà per la prima volta a fare da padre alla figlia Agnese (Mihaela Irene Dorlan), sedicenne dal carattere indomabile. In una declinazione ancora diversa, la paternità professionale caratterizzerà il rapporto che Lele, Oscar e Lorenzo instaureranno con due giovani medici specializzandi: Celeste (Anna Favella), ambiziosa e a volte un po’ saccente, ed Edoardo (Michele Cesari), disordinato e scanzonato, che vengono affidati alla saggia guida dei nostri dottori. “Last but not least”, la vocazione paterna di nonno Libero, incoraggiata e mitigata da nonna Enrica (Milena Vukotic) che si riverserà su Maddalena (Cristiana Vaccaro), figlia trentenne di un caro amico pugliese, abbandonata dal marito la prima notte di nozze e accolta nel calore della famiglia Martini. Tutte emozioni forti e tematiche quanto mai attuali che i nostri protagonisti affronteranno mettendo in campo l’intelligenza, l’esperienza, ma soprattutto l’amore e la solidarietà che caratterizzano da sempre la famiglia Martini.

Nella prima puntata la famiglia Martini è in vacanza in Puglia. Un vecchio amico chiede a Libero di occuparsi di sua figlia Maddalena quando lui non sarà più nelle condizioni di farlo. Poco dopo i nostri scoprono che l’uomo è scappato con una giovane romena. Libero ed Enrica decidono di portare con loro a Roma Maddalena, disperata per la sparizione del padre. Nel frattempo un uomo misterioso lascia nella cassetta della posta di casa Martini una busta indirizzata ad Elena Martini. La giovane Elena, rientrata a Roma con la famiglia, trova dentro la busta un vecchio disco e un foglietto che fa riferimento a un appuntamento al Giardino degli Aranci. Pensando che sia un suo amico di chat, si reca all’appuntamento accompagnata dal cugino Tommy, e là scopre che il mittente della busta è un uomo di circa cinquant’anni, Valerio Petrucci, che intendeva incontrare non lei, ma la Elena Martini sua omonima e prima moglie di Lele, deceduta da 18 anni, di cui ignorava la scomparsa. Lele rimprovera Elena per essersi recata a un appuntamento al buio, ma viene messo al corrente dell’equivoco. Lele, incuriosito, ascolta il disco e si lascia andare ai ricordi. Alla clinica Aurora arrivano i neolaureati specializzandi in medicina, per un periodo di tirocinio. Tra loro una giovane dottoressa, Celeste Di Maio, che viene affidata a Lorenzo, e un giovane dall’aria scanzonata e poco professionale, Edoardo Zanoni, del quale dovrà occuparsi Lele. Anna per caso intravede per strada Emiliano, sua vecchia fiamma.