Vicenza : “Tutankhamon Caravaggio Van Gogh”, 32.437 visitatori nei primi 14 giorni di apertura

“L’avvio della grande mostra ospitata in Basilica Palladiana,”Tutankhamon Caravaggio Van Gogh. La sera e i notturni dagli Egizi al Novecento”, ha dello straordinario. Non c’è dubbio che i numeri siano dalla parte di chi dice che questo è un grande evento”, questa la dichiarazione del sindacoAchille Variati che ha lasciato al vicesindaco e assessore alla crescita Jacopo Bulgarini d’Elci e al curatore Marco Goldin il compito di tracciare il bilancio dei primi giorni di apertura.

Nei primi 14 giorni, dal 24 dicembre al 6 gennaio, la mostra ha registrato 32.437 visitatori con una media di 2.495 presenze giornaliere.

“E’ un dato veramente significativo: siamo già ai livelli di “Raffaello verso Picasso” che aveva chiuso a Vicenza con una media di 2.555 visitatori – ha dichiarato il curatoreMarco Goldin -. Anzi, se consideriamo i soli primi 14 giorni di apertura l’attuale mostra in Basilica ha decisamente superato le presenze di “Raffaello verso Picasso” a Vicenza (24.696 con 1.764 persone al giorno), esposizione che ha sancito l’apertura della Basilica dopo il restauro, e di “Verso Monet” a Verona (23.080 con 1.648 persone al giorno). Un altro dato significativo sono gli alti numeri dei prenotati che raggiungono il 45% contro il 55% di biglietti acquistati in cassa. Il successo è ancora più evidente se si considera che in queste prime due settimane la visita da parte di gruppi, che in genere costituiscono una presenza importante nel bilancio complessivo di un evento, è stata assai esigua: le scuole non erano presenti per le vacanze natalizie, mentre i gruppi hanno inciso per l’8% contro il 92% di visitatori privati”.

“L’aver costruito un solido matrimonio con Linea d’ombra – ha commentato il vicesindaco e assessore alla crescitaJacopo Bulgarini d’Elci – ha generato i frutti che ci aspettavamo. L’atmosfera generale della città in questi anni è decisamente cambiata, come hanno potuto apprezzare in questi primi giorni di mostra non solo i vicentini, ma anche gli stessi visitatori, complici le luci e gli allestimenti delle feste, ma anche l’ospitalità degli operatori che hanno imparato a rimodulare gli orari delle proprie attività in relazione alla presenza dei turisti. A questo proposito, a chi non ha ancora colto questa opportunità raccomando di farlo, perché i ristoratori che stanno tenendo aperte le cucine oltre gli orari tradizionali stanno più che raddoppiando il volume d’affari”.

“Ma anche i nostri monumenti storici – ha proseguito il vicesindaco – stanno traendo beneficio dall’effetto traino generato dalle mostre organizzate con Linea d’ombra: la sola collezione permanente di palazzo Chiericati nelle ultime festività natalizie prima delle grandi mostre, cioè tra il 24 dicembre 2011 e l’8 gennaio 2012, registrava 1.014 visitatori paganti, pari a una media giornaliera di 67 persone, mentre adesso nel medesimo periodo gli ingressi sono stati 3.640, pari a una media giornaliera di ben 260 persone, che rappresenta peraltro il 15% in più della media registrata l’anno scorso in occasione della riapertura dell’ala palladiana. Senza contare le 2.037 persone che dal 24 dicembre a oggi hanno già visitato la mostra temporanea dedicata ad Antonio Lopez Garcia e ai quattro italiani contemporanei al piano terra e negli interrati del palazzo”

Ritornando ai numeri, le giornate più “intense” della mostra “Tutankhamon Caravaggio Van Gogh” fino ad ora si sono rivelate il 31 dicembre con 3.505 presenze e con la biglietteria aperta fino all’una di notte, il 4 gennaio con 3.152 persone e il 3 gennaio con 3.020, per entrambi i casi con biglietteria chiusa alle 19.
Fino ad ora sono pervenute 135.000 prenotazioni, comprensive anche di quelle già evase, richieste da Vicenza, prima tra tutte le province d’Italia con il 36% di richieste seguita da Padova, Verona, Bologna, Treviso e Milano. I gruppi prenotati provengono per il 28% da Vicenza seguita da Padova, Verona, Bologna, Milano. Le prenotazioni di privati sono per il 20% provenienti da Vicenza, poi da Padova, Bologna, Verona e Treviso.
Le scuole hanno dimostrato di gradire la proposta, tanto che fino ad ora abbiamo raggiunto 15.716 prenotazioni da parte degli istituti vicentini, dato che supera di 1.000 unità il numero finale di alunni della provincia che hanno visto “Raffaello verso Picasso” e di 3.000 unità “Verso Monet”. La scuole che fino ad ora hanno prenotato provengono nell’ordine da Vicenza, Verona, Padova, Treviso e Bologna.
Evidente, inoltre, la volontà di approfondimento di chi visita l’esposizione: rimane in media due ore, scegliendo spesso anche lo strumento dell’audioguida. Nei primi 14 giorni di apertura sono state noleggiate 8.829 audioguide, numero sostanzialmente uguale a quello record registrato gli stessi giorni della mostra “La ragazza con l’orecchino di perla” a Bologna (8.879). Il 10% delle audioguide noleggiate fino ad ora sono state utilizzate dai bambini, dato che supera “Raffaello verso Picasso” (2,9%) e “Verso Monet” (8,6%); inoltre il 21% delle guide viene prenotato preventivamente.
Anche le gli altri strumenti di approfondimento vengono apprezzati: sono stati già venduti 2100 cataloghi (grandi e piccoli) e 300 dvd.