ROBERTO CASALINO LIVE IL 21 LUGLIO A LATINA

Apertura speciale in musica in occasione della finalissima del torneo di basket Tosarello, Trofeo Cuomo: nell’Arena di Piazzale Prampolini ci sarà un live concert alle ore 21 del cantautore e compositore Roberto Casalino.  L’artista si esibirà in un medley di successi che ha firmato come autore per artisti del calibro di Marco Mengoni, Francesco Renga, Fedez, Giusy Ferreri ed Emma Marrone. Nell’occasione Casalino si esibirà nel suo ultimo brano “Ogni destino è originale” tratto dall’album “E questo è quanto”. Al termine del live concert gli verrà consegnato un prestigioso riconoscimento:  “Umanità e Cultura” nella musica, proprio per la qualità dei suoi testi che hanno consentito molti successi nel panorama artistico.

Roberto Casalino ha iniziato il suo percorso artistico da Latina suonando con il suo grande amico Tiziano Ferro, con cui ha condiviso le prime tappe della carriera e che ha seguito anche nei recenti concerti di Torino e Roma. In occasione della sua esibizione di stasera all’Arena di Latina, Casalino ha scelto per l’occasione un mix di successi molto conosciuti dal pubblico. Ricordiamo che, scrivendo il testo della canzone “L’Essenziale”, ha fatto trionfare Marco Mengoni al Festival di Sanremo 2013. Tra le sue composizioni più celebri  ricordiamo “Non ti scordar di me”, “Novembre” e “Stai fermo” per Giusy Ferreri, Nel 2014 partecipa al Festival di Sanremo 2014 come autore delle canzoni dal titolo “Ti porto a cena con me” e “L’amore possiede il bene” sempre per la Ferreri, nonché della canzone di Francesco Renga dal titolo “A un isolato da te”. Il 2015 vede ancora la presenza di Roberto Casalino al 65° Festival di Sanremo, come coautore del brano “Oggi ti parlo così”, portato in gara da Moreno. Ma la sua firma entra anche nel brano “Magnifico” di Fedez.

“Ogni destino E’ originale” è il titolo del suo brano decisamente ispirato alla grinta e agli obiettivi che ognuno vuole fermamente perseguire, fondamentali ingredienti per cambiare il proprio tragitto esistenziale. Come lui stesso afferma “Il proprio destino non è da scoprire, ma da inventare. E per fare questo bisogna agire, prendere consapevolezza di sè, dei propri mezzi, limiti e possibilità. Coltivare una passione, avere una propria personalità e impiegare ogni forza per raggiungere un obiettivo, colmare i vuoti e non far mai dipendere dagli altri la propria serenità. Si può essere artefici del proprio destino e renderlo originale, dunque, unico nel suo genere.”

Roberto è stato ospite sulle pagine di Domanipress.it all’uscita del suo album questo è quanto. Cliccando sul link  è possibile rileggere l’intervista: INTERVISTA