Recensione: Marco Mengoni – Parole In circolo

 

Lo aspettavano in tanti il ritorno in grande stile di Marco Mengoni e c’è da dirlo il “Re Matto” è tornato più forte che mai. A distanza di due anni dal fortunato “Pronto a correre” che gli è valso una vittoria al festival di Sanremo con un brano firmato da Roberto Casalino (c’è un intervista a lui dedicata su questo sito ndr), Marco Mengoni ha presentato alla stampa e ai suoi fan il nuovo album “Parole in circolo” . Più che un album un vero e proprio progetto come ha detto lo stesso Marco alla conferenza stampa :

“La musica sta cambiando, come siamo passati dalle cassette ai dischi, così forse questo sarà l’ultimo cd fisico che farò. Io sono giovane e quindi sono pro-progresso, pro-digitalizzazione. Grazie alla mia casa discografica ‘Parole in circolo’ rimane un progetto aperto”.

 

L’album si apre con il primo singolo che ha aperto questa era “Guerriero”e subito si nota il cambiamento come afferma anche Marco:

“Subito dopo il successo de ‘L’essenziale’ ho capito che il cambiamento doveva essere sempre più netto. Dovevo dare importanza a tutte queste parole che mi frullavano nella testa, che vedevo scritte sui social network, nella musica. Era arrivato per me il momento di mettermi a tavolino, fare mente locale e dare molta meno importanza a quella che è la mia natura, il mio istinto vocale che di suo andrebbe più a briglia sciolta’”.

Ed effettivamente l’album presenta brani molto caratterizzati musicalmente ma con meno virtuosismi vocali. La voce si fa sicura  e definita  nel brano “Ed è per questo” firmata da Fortunato Zampaglione dal sound decisamente pop cosi come anche il brano firmato da Luca Carboni “Se io fossi te” molto radio friendly. Ma nel disco non mancano le ballate come “La neve prima che cada” ed “invincibile” che esprimono la vera anima dell’artista di Ronciglione capace di emozionare e mettersi a nudo senza filtri. Dispiace non trovare nell’album qualche brano in Inglese come accadde con l’album Solo 2.0. ma evidentemente la produzione curata da Michele Canova ha preferito puntare tutto sulle “parole” parafrasando il titolo dell’album curando i testi sopratutto per il loro messaggio e quindi la madrelingua ha giustamente prevalso.

 

“Parole in Circolo” si può dunque definire l’album della maturità di Marco Mengoni completo dal punto di vista musicale e artistico consigliato agli amanti della buona musica . Restiamo quindi in attesa della seconda parte del progetto che sicuramente ,date le premesse, non mancherà di stupire.

 

Caterina Morelli