Recensione: Arisa “Guardando il cielo” il nuovo album ricco di sfumature musicali diverse

L’abbiamo vista nei panni di presentatrice a Sanremo, scrittrice e persino scalatrice nel reality tv “Monte Bianco” eppure Rosalba Pippa, in arte Arisa la sua credibilità di cantante non la perde perché è  questo il ruolo che naturalmente gli si addice. Quest’anno tornata in gara con il brano “Guardando il cielo” la cantante lucana non ha compiuto un “salto” artistico cambiando le carte in tavola ma ha continuato a perseguire il suo stile unico diventato già un canone quello che vede il bel canto al centro di tutto senza costruzioni o virtuosismi di sorta. Il nuovo album di Arisa che prende il titolo della bonus track contiene però molto di più rispetto a quanto abbiamo potuto ascoltare a Sanremo; la traccia d’apertura “Voce”, con i suoi vocalizzi dal sapore gregoriano, sembra essere la chiave d’accesso per un mondo musicale variegato dove i testi delle canzoni continuano a voler dare una risposta a quesiti esistenziali e morali. Nel brano Gaia tra suoni elettronici e ritmati ci si chiede quali siano le sorti dello nostro pianeta martoriato da un utilizzo improprio delle risorse in un mondo in cui la civiltà serva del dio denaro è miope rispetto ai problemi che sta creando. Se nel precedente album “Se guardo te” Arisa si è lasciata guidare dalla penna di autori impegnati come Cristina Donà in quest’ultimo album invece sceglie il suono senza tempo della ballata d’amore in  “L’amore della mia vita” e “Lascerò” in contrapposizione ad altri due brani “Io e te come se fosse ieri”  dal suono pop che guarda ad oriente e la danzereccia “Una notte ancora” dal testo aggressivo e sensuale molto distante dal mondo di Arisa che siamo abituati a conoscere e simile alle produzioni musicali d’oltreoceano. A chiudere il cerchio ritorna l’Arisa retrò simile all’album “Amami”  pubblicato qualche anno fa con  “Donna come me” dalle sfumature jazz e  la fisarmonica francilien di “Per vivere ancora”. Tirando le somme “Guardando il cielo” è un album che se da una parte manca di una identità musicale precisa dall’altro grazie alla varietà di generi musicali dimostra che Arisa può cantare di tutto spaziando tra suoni diversi senza risultare mai fuori luogo ed emozionando in maniera sempre nuova.

 

Simone Intermite

Arisa

TRACKLIST

Voce
Guardando il cielo
L’amore della mia vita
Fidati di me
Lascerò
Come fosse ieri
Una notte ancora
Una donna come me
Gaia
Cuore (Heart)
Per vivere ancora

 

REVIEW OVERVIEW
Recensione: Arisa - Guardando il cielo
CONDIVIDI
Previous articleLoredana Bertè dall 11 marzo il nuovo singolo “E’ andata così” scritto da Luciano Ligabue
Prossimo articoloMaître Gims in tour al Fabrique di Milano il 10 Maggio
Simone Intermite
Direttore editoriale del portale Domanipress.it Laureato in lettere, specializzato in filologia moderna con esperienza nel settore del giornalismo radiotelevisivo e web si occupa di eventi culturali e marketing. Iscritto all’albo dei giornalisti dal 2010 lavora nel campo della comunicazione e cura svariate produzioni reportistiche nazionali.