Preview: “Transformers l’ultimo cavaliere” i robottoni della Hasbro ritornano al cinema

Boom!!! E siamo a cinque. “Transformers – L’ultimo cavaliere” è difatti il quinto capitolo cinematografico dedicato ai megacorazzati ed ipertecnologici robottoni della Hasbro, la nota società di giocattoli made in U.S.A.

A dirigere “Transformers – L’ultimo cavaliere”, dopo aver già diretto i primi quattro episodi del robotico franchise, c’è Michael Bay (che dopo quest’ultimo “Transformers” abbandonerà la regia di questa cibernetica saga), vorace usufruitore di una massiccia computer grafica, adoratore del caos scenico e delle grandi esplosioni a raffica. Con lui tutto salta in aria… LETTERALMENTE. Malgrado questo, ciò non toglie che il suo discutibile modo di fare cinema, ma che d’altronde ha una sua riconoscibilità, non faccia discutere ogni qualvolta si ripresenta in sala con una nuova detonante pellicola. Nel cast ritroviamo vecchi interpreti dell’epopea dei Transformers, tra cui: Mark Wahlberg, Stanley Tucci, Josh Duhamel, Tyrese Gibson e John Turturro. A loro si aggiungono altri attori, quali ad esempio: i Premi Oscar Anthony Hopkins e Jean Dujardin (Premio Oscar come Miglior attore protagonista in “The Artist”); Laura Haddock (“Guardiani della Gallassia”) e Santiago Cabrera, un volto familiare per chi avrà visto la serie televisiva britannica “The Musketeers”, dove vestiva i panni del moschettiere Aramis. Distribuito negli Stati Uniti dalla Paramount Pictures e da noi dalla Universal Pictures Inernational Italy, “Transformers – L’ultimo cavaliere” uscirà negli States il 23 giugno 2017 ed il 22 giugno in Italia. Per ora potete godervi il teaser trailer ufficiale in lingua italiana ad esso dedicato rilasciato in rete il 6 dicembre, diffuso lo stesso giorno della versione originale in inglese.

Sulla trama non si sa ancora granché, nonostante siano stati resi noti l’introduzione dei viaggi nel tempo e molteplici riferimenti al mito di Re Artù, ma è più che certo che due specie ritorneranno in guerra: una di carne, una di metallo.

Gabriele Manca