Preview: la serie Assasins Creed sbarca al cinema

In principio ci fu “Super Mario Bros.” del 1993, il primo film in assoluto tratto dai videogames, dove un paffuto Bob Hoskins, lo scontroso investigatore privato Eddie Valiant di “Chi ha incastrato Roger Rabbit?” Impersonava Mario, il baffuto idraulico italiano protagonista di “Super Mario”, la nota serie videoludica di casa Nintendo divenuta negli anni un franchise di culto a tutti gli effetti.

Da qui ne seguirono altri, come il loro capostipite non proprio eccelsi nella maggior parte dei casi. Questo dicembre, invece, forse assisteremo ad una dignitosa trasposizione di un’altra serie di videogiochi amatissima dai players di tutto il mondo: ovvero, quella legata alla saga assassina di “Assassin’s Creed”. Per l’appunto, l’11 maggio la 20th Century Fox ha pubblicato online il primo trailer della pellicola (poco dopo uscito anche in lingua italiana) e dalle prime immagine l’adattamento sembra piuttosto promettente. Il film giungerà nelle sale statunitensi il 21 dicembre, mentre in Italia verrà distribuito a partire dal giorno seguente.

“Assassin’s Creed”, a detta dell’attore Michael Fassbender (uno dei produttori), che rivestirà anche i panni di Callum Lynch/Aguilar, la figura principale del film (inedita e appositamente pensata per il grande schermo), rispetterà taluni elementi dell’opera videoludica, mantenendone altresì lo spirito, ma la storia sarà del tutto originale rispetto alla versione per pc e console.

Dietro alla macchina da presa rivediamo Justin Kurzel, che ricostituisce il felice sodalizio con l’irlandese Fassbender, dopo l’ottimo shakespeariano “Macbeth” del 2015. A far compagnia a Michael Fassbender ci saranno pure i premi Oscar Marion Cotillard, Jeremy Irons ed il bravissimo Brendan Gleeeson.

 

CENNI SULLA TRAMA Callum Lynch scopre di discendere da un membro dell’Ordine degli Assassini, Aguilar, vissuto nella Spagna del XV secolo. Utilizzando l’Animus, un macchinario che gli permette di rivivere i ricordi del suo antenato, acquisirà le conoscenze e le abilità necessarie a combattere i misteriosi Templari, da sempre nemici degli Assassini, ai giorni nostri.

Gabriele Manca