Preview: “La bella e la bestia” ecco perchè sarà un successo al botteghino

“Tanto tempo fa, in un paese lontano lontano, un giovane principe viveva in un castello splendente. Benché avesse tutto quello che poteva desiderare, il principe era viziato, egoista e cattivo. Accade però, che in una notte d’inverno, una vecchia mendicante arrivò al castello e offrì al principe una rosa in cambio del riparo dal freddo pungente. Lui, che provava repulsione per quella vecchia, rise del dono e la cacciò. Ma lei lo avvertì di non lasciarsi ingannare dalle apparenze, perché la vera bellezza si trova nel cuore. E in quel momento, la mendicante si trasformò in una bellissima fata che, per punirlo dell’assenza d’amore nel suo cuore, tramutò il principe in un’orrenda bestia. Se il principe fosse riuscito ad amare ed a farsi amare, prima che la rosa donatagli dalla fata fosse completamente sfiorita, l’incantesimo si sarebbe spezzato… Però… chi avrebbe mai potuto amare una bestia”.

Era il 1991 quando il magico film d’animazione de “La Bella e la Bestia”, autografato dalla Walt Disney Pictures., approdò nelle sale di tutto il mondo. In quel periodo, la Disney, dopo una lunga crisi che intercorse dal 1966 (la morte di Walt Disney) al 1988, si trovava agli albori del suo sontuoso “Rinascimento”. Iniziato con “la Sirenetta” del 1989 e conclusosi nel 1999 con “Tarzan”, il “Rinascimento Disney”, per la casa di Topolino, fu un’epoca estremamente fiorente, dato che ogni loro nuovo lungometraggio animato riusciva a riscuotere un grandissimo successo, come ormai non accadeva da tanto tanto tempo.

Adesso, in continuità con i precedenti remake in live action dei suoi classici animati più amati, la Walt Disney ci prova con una rivisitazione dal vivo de “La Bella e la Bestia” di quel lontano ’91. L’attesissimo film, diretto da Bill Condon (“The Twilight Saga: Breaking Dawn – Parte 1 e 2”), arriverà nelle sale statunitensi a partire dal 17 marzo 2017, mentre da noi a cominciare dal giorno prima. Intanto, in seguito alle primissime immagini contenute nel teaser trailer della presente pellicola pubblicato in rete qualche mese fa, proprio il 14 novembre (lo stesso giorno del rilascio statunitense), Disney Italia ha diffuso online il primo trailer esteso ufficiale in lingua italiana de “La bella e la bestia”.

Il cast del film annovera noti interpreti di ottimo valore quali: Emma Watson nella parte della trasognante Belle; Luc Evans (“Lo Hobbit – La desolazione di Smaug”) e Josh Gad (“Pixels”) nei ruoli rispettivamente del bellimbusto Gaston e del goffo Le Tont, amico e tirapiedi di Gaston; oltre a Kevin Klein come Mourice, ovvero l’eccentrico padre di Belle. Fra gli altri, ci sono anche Emma Thompson, Ewan McGregor e Ian McKellen che prestano in quest’ordine le loro voci all’amorevole teiera Mrs. Bric, al galante candeliere Lumière ed al burbero orologio a pendolo Tockins. Infine, nei feroci panni della bestia vedremo il poco conosciuto ma capace Dan Stevens, un attore britannico dai trascorsi soprattutto teatrali, nonostante la sua interpretazione di Matthew Crawley nella serie televisiva “Downton Abbey”.

Già i brevissimi scampoli del teaser trailer (nelle atmosfere, rispettosi della precedente opera animata), nonché la colonna sonora che li accompagnava (curata ancora una volta da Alan Menken, uno dei due compositori delle musiche de “La Bella e la Bestia” del 1991), ci avevano più che incuriosito. Ma dopo la visione di queste nuove splendide sequenze, la curiosità si è come d’incanto trasformata in una fremente attesa per l’uscita nelle sale della fiabesca pellicola.

Speriamo che questo nuovo adattamento, egualmente alla versione animata di casa Disney, dell’omonima fiaba settecentesca della scrittrice francese Jeanne-Marie Leprince de Beaumont arrivi a scolpirsi nei cuori e nelle menti delle giovanissime generazioni di ora, che assieme ai loro genitori si recheranno al cinema, come successe ai tantissimi bambini di quei primi anni ’90, adesso, ahimè, diventati adulti.

Gabriele Manca

  • Mirko Billi

    Ma il premio Oscar Emma Thompson presta solo la voce alla teiera? Non è che la si veda pure in carne ed ossa?

    • Gabriele Manca

      Dal trailer sembra di no, ma chissà che non compaia in carne ed ossa quando nel castello della bestia ritornano tutti alla stato umano.

      • Mirko Billi

        Lo spero.