Preview: “Blade Runner 2049” ecco tutte le novità del sequel più atteso dell’anno

2049: un’epoca in cui la tecnologia ha compiuto importanti passi in avanti, che hanno permesso la creazione di “replicanti”, esseri simili agli uomini, ma con una longevità pari a 4 anni. Dotati di capacità intellettuali e di una forza fisica nettamente superiori agli uomini, e adoperati da quest’ultimi come schiavi entro i loro insediamenti colonialisti al di fuori del globo terrestre.

Al centro di una futuristica Los Angeles cupa e distopica c’era il cacciatore di taglie, un ex agente dell’unità speciale Blade Runner, Rick Deckard (Harrison Ford), richiamato in servizio per “ritirare”, ovvero uccidere, quattro replicanti fuggiti dalle colonie. In seguito alla risoluzione del caso, Deckard ritornerà a casa per salvare Rachel (Sean Young), un replicante di cui si era innamorato, prima che arrivi la fine anche per lei. Però, qualche istante prima che i due escano di casa, in Rick si insinua il dubbio che persino lui potrebbe essere un replicante.

Blade Runner”, diretto da Ridley Scott, si concludeva così. Ma che fine avranno fatto l’agente Deckard e Rachel? A questa domanda probabilmente saprà risponderci “Blade Runner 2049”, il sequel di quel “Blade Runner” che illuminò le sale nel 1982. Per ora siamo solo al corrente della data in cui approderà “Balde Runner 2049” nei cinema statunitensi: 6 ottobre 2017. La trama gira intorno all’agente K (Ryan Gosling) della polizia di Los Angeles, il quale scopre un importante segreto che potrebbe minare le sorti dell’intera società, gettandola irrimediabilmente nel caos. Per questo, K si metterà alla ricerca di Rick Deckard (ancora Harrison Ford), scomparso da oltre trent’anni.

Assieme ai già menzionati Ford e Gosling, fra gli interpreti anche: Robin Wright, Dave Bautista, Jared Leto, Mackenzie Davis (“Sopravvissuto – The Martian”) e Lennie James (“Colombiana”). Alla regia c’è il canadese Denis Villeneuve (“Prisoners”), in sostituzione a Ridley Scott, che in questo caso figura solo tra i produttori esecutivi.

Per adesso potete ammirare l’emozionante, quanto straniante teaser trailer in lingua italiana di “Blade Runner 2049”, rilasciato recentemente.

In “Blade Runner”, il fuggiasco replicante Roy Batty, impersonato da Rutger Hauer, “aveva visto cose che noi umani non potevamo neanche immaginare”. In “Blade Runner 2049”, forse ne potremmo vedere delle altre.

Gabriele Manca