Piero della Francesca seduce la stampa tedesca

Grande interesse, da parte dei media presenti all’Itb di Berlino, per il prodotto turistico legato al maestro della prospettiva pittorica e promosso congiuntamente da Emilia Romagna, Toscana, Umbria e Marche (www.terredipiero.it) – Alla conferenza stampa di mercoledì 4 marzo presenti giornalisti di testate quali Die Welt (230mila copie di tiratura), Der Tagesspiegel, quotidiano di Berlino (122mila copie), il mensile femminile Freundin (368mila copie), il mensile Geo Saison (68mila copie) e la radio Deutschlandfunk, specializzata in tematiche culturali – L’assessore regionale Corsini a Berlino: «unire quattro regioni attorno a un unico progetto che racchiude una offerta culturale e territoriale di altissimo livello sta risultando vincente».

Il turista tedesco resta fedelissimo a sole e spiagge, ma è sempre più interessato all’offerta di arte e cultura.
La conferma giunge da uno dei più importanti appuntamenti mondiali dedicati al settore del travel, l’ITB di Berlino (4-8 marzo). Una ventina i giornalisti delle principali testate tedesche presenti alla conferenza stampa di presentazione del Progetto “Terre di Piero della Francesca” svoltasi ieri, mercoledì 4 marzo, nell’ambito della rassegna berlinese alla presenza dell’Assessore Regionale al Turismo dell’Emilia Romagna, Andrea Corsini, della Presidente di Apt Servizi Liviana Zanetti e del Sindaco di Rimini Andrea Gnassi in rappresentanza dei territori coinvolti nell’iniziativa.
Il Progetto Terre di Piero della Francesca abbraccia sei comuni (Rimini, Urbino, Sansepolcro, Monterchi, Arezzo, Perugia) di quattro regioni (Emilia Romagna, Toscana, Marche e Umbria) nella proposta di itinerari alla scoperta delle opere del maestro quattrocentesco della prospettiva pittorica, realizzate e custodite in questi territori. Itinerari che permettono – grazie anche ad un sito dedicato con videopresentazioni dei singoli comuni protagonisti (www.terredipiero.it) e una app per smartphone (con sistema operativo Apple e Android e consultabile in italiano e in inglese) – di andare non solo alla scoperta dei paesaggi che Piero della Francesca attraversò e raffigurò nei suoi dipinti, ma anche di gustare l’enogastronomia tipica, l’artigianato, l’arte e la cultura di queste terre.
Nella medien lounge che ha ospitato l’incontro erano presenti giornalisti in rappresentanza di testate quali Der Tagess spiegel, quotidiano di Berlino (122mila copie), il mensile femminile Freundin (368mila copie), passando per il più rinomato magazine di viaggio tedesco, Geo Saison (68mila copie), e la radio Deutschlandfunk, specializzata in tematiche culturali. Presente anche il giornalista Hans Peter Sick del quotidiano Die Welt (230mila copie) che ha così commentato l’iniziativa: «L’idea di un territorio e della conseguente offerta turistica improntata su aspetti fortemente connotativi dell’Italia -ovvero paesaggi poetici e intatti, la cultura e l’arte del Rinascimento, e gli highlights enogastronomici- risulta molto interessante per i turisti tedeschi sempre in cerca di nuovi spunti di viaggio. Complimenti per questo progetto di altissimo appeal».
Alla conferenza era presente anche la giornalista di Vogue Germania (134mila copie) Claudia Bette-Wenngatz, che ha visitato in passato l’Emilia Romagna e ha dichiarato di voler tornare per il Progetto Terre di Piero della Francesca.
«Il turismo non ha confini –sottolinea da Berlino l’Assessore Corsini- e unire quattro regioni attorno a un unico progetto che racchiude un’offerta culturale e territoriale di altissimo livello sta risultando vincente anche sui mercati internazionali».
Gli fa eco la Presidente di Apt Servizi Liviana Zanetti: «la cultura è oggi più che mai il nostro asso nella manica. Soprattutto quando, come nel caso degli itinerari legati a Piero della Francesca, permette di andare alla scoperta del Belpaese, dei suoi meravigliosi scenari paesaggistici e della sua ineguagliabile enogastronomia».
«Nell’anno dell’Expo – dichiara il Sindaco Gnassi- Rimini si presenta alla Germania proponendo il cuore Rinascimento italiano, offrendo la ‘prospettiva’ della storia dell’arte e della cultura incarnata da Piero della Francesca, cresciuto per parte della sua vita alla corte dei Malatesta. I percorsi nelle ‘terre di Piero’ partono proprio dagli affreschi del Tempio Malatestiano di Rimini, passando per gli splendori dei balconi della Valmarecchia, tra rocche, castelli e un’offerta enogastronomica di alta qualità.
Era necessario offrire ad uno dei nostri principali bacini turistici di riferimento la fascinazione del Rinascimento italiano e noi lo abbiamo fatto, sfruttando la vetrina del più importante evento fieristico mondiale. Il mercato tedesco ha una consapevolezza sempre maggiore che oltre alla spiaggia e ai servizi, la nostra terra ha paesaggi, arte e cultura unici. Del resto investire su questi punti di forza ha dimostrato di portare risultati concreti, come dimostra l’aumento di presenze dei turisti tedeschi che si è registrato nella Riviera di Rimini negli ultimi anni».