Nastri d’Argento: Gianni Amelio trionfa con “La tenerezza”, Edoardo De Angelis vince 5 statuette

Ieri nella bellissima ed incantevole location dell’hotel Atlantis Bay di Taormina si è svolta la conferenza stampa in occasione della notte dei Nastri d’Argento che si è tenuta ieri sera nella suggestiva ed emozionante cornice del famoso Teatro greco di Taormina.

Presenti in sala numerevoli giornalisti ed addetti ai lavori in attesa della presentazione dei premiati di questa 71° edizione.

La conferenza stampa è stata condotta da Laura Delli Colli presidente del Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani.

Dopo i ringraziamenti e presentazione dell’evento da parte delle autorità locali e regionali, si è entrati nel vivo della presentazione di attori e registi premiati.

La notte dei Nastri d’argento è stata condotta, come già detto dal bellissimo Tetro antico, da Andrea Delogu ed andrà in onda su Raiuno il 14 Luglio (23.20) e nel mondo sabato 15, anticipata mercoledì 5 da un Movie Mag Speciale su Rai Movie.

I Nastri d’Argento:

Grande successo per la serie “The young Pope” presentata a Venezia la scorsa edizione, ha ricevuto il Nastro dell’anno per l’ideazione, la scrittura e la regia di Paolo Sorrentino, per la produzione Wildside-Sky, per il miglior casting director Anna Maria Sambucco e molti riconoscimenti al cast artistico e tecnico.

Il film più premiato con ben 5 nastri d’argento è stato “Indivisibili” di Edoardo De Angelis: soggetto, miglior produttore, costumi, colonna sonora e canzone originale. Presenti per la premiazione le attrici protagoniste, lo sceneggiatore, regista e produttore. Un film che ha riscosso grandi consensi anche al festival di Venezia, risultando tra i migliori prodotti della stagione 2017.

Pioggia di Nastri anche su “La tenerezza” di Gianni Amelio, miglior film, vincitore anche per la regia, fotografia e attore protagonista. Durante la serata al Teatro è stato tra i più accolti dal pubblico.

Onorata come migliore commedia dell’anno “L’ora legale” di Ficarra e Picone. Entrambi per motivi lavorativi non sono stati presenti alla consegna del premio, ma Valentino Picone ha partecipato alla conferenza tenutesi durante il pomeriggio.

Si è aggiudicato il premio miglior regista esordiente, Andrea De Sica, nipote del famoso Vittorio, con “I figli della notte” presente per la premiazione. Film di grande originalità presentato al festival di Torino la scorsa edizione. Molto emozionato e onorato ha ricordato il nonno ed i suoi successi.

Per gli attori verdetto in parte annunciato: bis per Jasmine Trinca, dopo il festival di Cannes come migliore attrice protagonista per “Fortunata” di Sergio Castellitto. Anno “fortunato” quindi per la giovane attrice che si è aggiudicata anche un meritato Nastro d’Argento. Il film di Castellito ha ricevuto inoltre il premio per il miglior attore non protagonista con Alessandro Borghi e per sonoro in presa diretta.

Nastro d’argento come miglior protagonista a Renato Carpentieri, per il film “La tenerezza” . Durante la conferenza stampa standing ovation per l’attore che non tornava sul set dai tempi di “Porte aperte”. Sul palco antico il calore del pubblico ha reso onore al bravissimo attore con un sentito applauso ed affetto.

Per quanto riguarda le attrice non protagoniste caso particolare di ex aequo tra: Sabrina Ferilli e Carla Signoris , presente in sala e per la notte della premiazione. Attrice fantastica ed ironica si è distinta per la sua interpretazione con Toni Servillo in “Lasciati andare di Francesco Amato.

Superstar femminile di quest’edizione, Monica Bellucci che ha ritirato il Nastro d’Argento europeo per “On the milky road-Sulla via lattea” di Emir Kusturica. Bellissima e “Diva” come sempre ha dichiarato di essere onorata di questo riconoscimento.

Premio speciale da parte dei giornalisti anche a Claudia Potenza e Andrea Sartoretti per “Monte” di Amir Naderi, per l’impegno speciale in una prova d interpretazione fisicamente durissima.

Nastro d’Argento alla carriera a Roberto Faenza “50 anni di cinema nell’anno de “La Verità sta in cielo”. Un film premiato per aver trattato un tema scottante come la vicenda di Emanuela Orlandi, il riconoscimento è stato inoltre un omaggio ai suoi 50 anni di carriera.

Nastro d’argento speciale a Giuliano Montando “Tutto quello che vuoi”.

Premi speciali inoltre per l’attenzione al cinema civile in particolare sul tema del lavoro a “Sole, cuore amore” di Daniele vicari e “7 minuti” di Michele Placido presente alla notte al Teatro reco insieme ad alcune attrici protagoniste: Ottavia Piccolo, Ambra Angiolini, Cristiana Capotondi, Violante Placido, Maria Nazionale, Balkissa Miaga, Erika D’Ambrosio e Luisa Cattaneo, presente te anche la produttrice Federica Vincenti.

Premio “Nino Manfredi” ideato dalla moglie Erminia Manfredi a Pierfrancesco Favino e Kasia Smutniak per “Moglie e marito” di Simone Godano. Presente alla premiazione la signora Erminia che con orgoglio ha consegnato il premio a Favino.

Sezione più “giovani”: la migliore opera prima, i Biraghi con Nuovo Imaie e i premi SIAE.

Premiato “Piuma” Nastro speciale di Roan Johnson, presentato a Venezia la scorsa edizione risultando tra i migliori film dell’anno .

Tra i giovani attori hanno ricevuto i premi “Biraghi” 2017: Brando Pacitto per “l’Estate addosso” e “Piuma”e Daphe Scoccia (Fiore), non presenti alla premiazione. I Biraghi” quest’anno sono stati dedicati a Josciua Algeri, giovane protagonista di “Fiore”, scomparso tragicamente da pochi mesi.

Premio Biraghi inoltre ad Angela e Marianna Fontana per “Indivisibili” e Ludovico Tersigni per Slam di Andrea Molaioli.

Premio Biraghi-Nuovo Imaie 2017 a Valentina Bellè e Giacomo Ferrara per il “Permesso 48 ore di Claudio Amedola.

Menzioni speciali per Andrea Carpenzano con il film “Tutto quello che vuoi” di Francesco Bruni e per Vincenzo Crea con “I figli della notte “ di Andrea De Sica.

Nastro d’argento Siae a Irene Dionisio “Le ultime cose” e a Michele Vannucci “Il più grande sogno”.

Premio “Graziella Bonacchi” famosa talent scout scomparsa prematura, a Simone Liberati per “Cuori puri”. Il giovane talento si è distinto nella sua interpretazione riscuotendo grande successo in sala, con ammirazione a ringraziato la scuola di cinema dalla quale proviene.

Tanti gli sponsor tra cui alcuni premi importanti.

Hamilton “Behind the Camera-Nastri d’Argento a Gabriele Muccino che ha ritirato il premio , ricordando il suo ultimo film “L’estate addosso”.

Persol-Personaggio dell’anno a Claudio Amendola e Luca Argentero per il film “Il permesso 48 ore furi” presenti sul palco per ritirare il premio.

Wella-nastro d’Argento per l’immagine a Jasmine Trinca “Fortunata”.

Durante la serata un Nastro speciale “70” a Tony Renis che ha ritirato il premio sulle note della sua più famosa canzone, che lo ha reso famoso nel mondo.

Una festa del cinema italiano importante ieri sera al teatro greco di Taormina, in cui i protagonisti sono stati anche tutti i giornalisti cinematografici, senza i quali questo riconoscimento non esisterebbe, che con impegno durante l’anno si sono dedicati alla selezione dei film vincitori.

Un premio importante quello dei Nastri d’Argento che speriamo continui nella sua tradizione nel bellissimo ed emozionante scenario del Teatro greco di Taormina.

Carlotta Bonadonna