Lorenzo Marone alla Berlinale con La tentazione di essere felici

La tentazione di essere felici, romanzo dell’autore Lorenzo Marone (uscito a gennaio per Longanesi) è stato selezionato per la decima edizione del “Books at Berlinale”, l’importante evento che unisce cinema e letteratura, organizzato dal Festival Internazionale del Cinema di Berlino.

Il romanzo di Marone – che racconta la storia di Cesare Annunziata, una sorta di Barney Panofsky in salsa partenopea – è stato scelto come unico testo italiano dalla giuria per la sua capacità di coniugare semplicità e temi profondi, riuscendo a emergere tra 350 libri provenienti da oltre 25 Paesi di tutto il mondo. Insieme ad altri dieci romanzi, il 7 febbraio 2015 presso la House of Representatives di Berlino, La tentazione di essere felici verrà esaminato da diversi produttori cinematografici alla ricerca della storia ideale per una trasposizione sul grande schermo.

 

Il “Books at Berlinale” è una manifestazione nata nel 2006, organizzata in cooperazione con la Fiera del libro di Francoforte e si pone come obiettivo quello di creare un network attivo tra produttori cinematografici, agenzie letterarie e case editrici.

 

La tentazione di essere felici di Lorenzo Marone (Napoli, 1974) è un romanzo di formazione di un uomo di settantasette anni che si permette di cambiare nonostante la sua età. O forse proprio grazie a quella. Cesare Annunziata, un vecchio bisbetico e irascibile, è in realtà un uomo che ha deciso, alla sua età, di fregarsene dell’opinione altrui: questo lo rende, agli occhi degli altri, spaventosamente libero. La gente non gli è mai piaciuta e non ha la velleità di piacere alla gente, risparmia le energie per le poche persone che apprezza: innanzitutto se stesso. Ma oltre alla storia di Cesare, queste pagine ci regalano la scoperta più importante: la possibilità di crescere, trasformarsi, imparare dai propri errori, non è prerogativa della gioventù. Sesso, amore, bilanci esistenziali, notti insonni e agitate dal dubbio: nulla di tutto questo è estraneo alla cosiddetta vecchiaia.