INTERVISTA : MATTEO BECUCCI : DA “X FACTOR” A “TALE E QUALE SHOW” AL SUO ULTIMO ALBUM “TUTTI QUANTI MERY”

Matteo Becucci Casual 2 (1)

Dopo il grande successo di “Tale e quale show” Matteo Becucci  dopo aver vestito i panni di Mick Hucknall, Freddie Mercury ed Elton John ritorna con un album di inediti intitolato “Tutti quanti Mery” e un nuovo singolo dalle sonorità anni 70 intitolato “Mery” che racconta la storia di una gattara di provincia che personifica un amore incondizionato.

 

Come è nato il nuovo singolo Mary? 

 

 

La canzone è nata per gioco dopo aver conosciuto la madre di una mia amica che da anni si occupa di salvare i gatti per strada.

Come mai la scelta di raccontare una storia così inusuale per la musica italiana? Ho sempre preso spunti per le mie canzoni da esperienze di vita vera perché credo nella forza della verità. Mery è un personaggio positivo, generoso e una persona che pensa al prossimo senza pretendere niente in cambio. Credo che di questi tempi ce ne vorrebbero tante di persone così , non solo nel periodo natalizio.

 

 

L’album “Tutti quanti Mery” è un album musicalmente molto variegato. In alcuni brani si sente l’influenza delle sonorità anni 70. Quali sono i tuoi punti di riferimento musicali del passato e del presente?

 

 

Quanto tempo abbiamo? Scherzi a parte, volendo sintetizzare quelli del passato che ho ascoltato di più sono stati Prince, Sting e Lucio Dalla. Attualmente trovo molta più difficoltà ad innamorarmi di un solo artista. Credo che sia un po andato perso il concetto di “Album”. L’ultimo disco che mi ha veramente emozionato è stato “Mission Bell” di Amos Lee. Devo riconoscere però, nonostante mi emozioni raramente, il grandissimo talento di Cesare Cremonini.

 

A tale e quale show hai cantato nei panni di Freddie Mercury ed Elton John ; Come ti ha arricchito a livello artistico questa esperienza, quali sono stati i personaggi più difficili da interpretare?

 

 

L’esperienza di tale e quale show mi ha arricchito dal punto di vista attoriale. Le difficoltà maggiori si incontrano cercando di cambiare il proprio timbro di voce, ad esempio per me che ho una voce pulita, imitare una voce graffiata come Biagio Antonacci è difficile ed a lungo andare sicuramente usurante.

 

C’è un personaggio che ti sarebbe piaciuto imitare oltre quelli dello show?

 

Mi sarebbe piaciuto imitare Tracy Chapman.

 

Tu sei un artista nato e cresciuto in un talent show. Hai vinto la seconda edizione di x factor… cosa ne pensi dell’ultimo x factor? 

 

 

L’ultimo x Factor è stato un altro grande show televisivo, del quale però ho potuto vedere molto poco perché il giovedì sera ero impegnato dalla trasmissione tale e quale. Facevo il tifo per gli Spritz for five.

Parteciperesti come giudice in un talent show?

 

 

Perche no, spesso vengo chiamato a far parte di giurie di concorsi, inoltre da 2 anni mi occupo anche di insegnamento.

 

 

Come ultima domanda parafrasiamo sempre il titolo del nostro magazine e chiediamo come vede il “Domani” Matteo Becucci quali sono le tue speranze e le tue paure?

 

 

Spero di avere sempre “fame” di conoscere e fare nuove esperienze di vita e di arte. Le mie paure sono i film horror e l ‘altezza.

Simone Intermite