INTERVISTA: Adam Romano (Io ti maledico) vi presento il gufetto che fa impazzire il web.

I social network sono entrati prepotentemente nella routine quotidiana di migliaia di utenti che condividono e scambiano opinioni alla velocità di un click.

Questo fenomeno culturale assimilabile per importanza solo alla nascita della cara “vecchia” televisione continua a produrre personaggi e brand che riescono a veicolare messaggi e slogan e che registrano una grande risonanza anche offline.

Lo sa bene Adam Romano creatore dell’irriverente pagina facebook “Io ti Maledico” che con oltre oltre 2.300.000  fan e migliaia di condivisioni al giorno è diventata anche insieme al suo cinico gufetto “Tiè” il simbolo di una generazione che come recita lo slogan “diffonde l’odio con amore”.

Oggi Tiè ed “Io ti maledico” sono diventati un vero è proprio marchio di fabbrica, il gufetto dai grandi occhioni gialli è infatti protagonista della nuova agenda Comix – Panini editore.

Noi di Domanipress attenti ai fenomeni del momento abbiamo parlato con Adam di questo nuova forma comunicativa.

iotimaledico-gufo-tie

 

Come è nata l’idea di creare  la pagina Facebook “Io ti maledico” ed il cinico gufetto Tiè?

 

 

La pagina “Io ti maledico” è nata nel dicembre 2013 il gufetto Tiè è frutto di un lavoro su photoshop. Non sono molto  abile a disegnare a mano così ho giocato con i poligoni…ed è venuto fuori un gufetto…

 

 

Come organizzi la pubblicazione delle frasi? A chi ti ispiri?

 

Le frasi le gestisco interamente io ma devo ringraziare anche i numerosissimi fan della pagina che spesso mi inviano suggerimenti ed idee. Mi diverto a selezionare le frasi che mi fanno sorridere.

 

Il grande successo della pagina ha portato qualche tempo fa anche una querelle con un’altra pagina che rivendicava la paternità di alcune frasi  e del gufo…

 

Quando un progetto inizia ad avere una certa risonanza c’è chi è spinto dal desiderio di appropriarsene o rivede una sua idea…anche in qualcosa di vagamente simile .

“Io ti maledico” ha una originalità propria e i fan della pagina sono tantissimi proprio per questo.

 

Il gufetto Tiè è diventato un vero e proprio personaggio che ha avuto anche una credibilità commerciale. Quest’anno  possiamo vederlo anche sull’agenda Comix… Come è avvenuto il passaggio dal mondo online a quello offline?

 

Il clamore che ha avuto la pagina ha suscitato l’interesse da parte di altre aziende. Trovarci è stato facile noi siamo un’agenzia  molto strutturata, la Cookie srl , non hanno quindi avuto remore o timori a lavorare con noi.

La Franco Cosimo Panini  leader nel panorama italiano non ha avuto paura di investire con intelligenza nel progetto.

 

In futuro dove avremo modo di vedere ancora Tiè?

 

Io spero che tu lo riesca a vedere nella maggior parte nei negozi della città con gadget  e merchandising e poi ovviamente sulla pagina Facebook ed Instagram con oltre trentamila followers.

 

Come ultima domanda parafrasiamo sempre il titolo del nostro magazine e chiediamo come vede il “Domani” Adam Romano, quali sono le tue speranze e le tue paure?

Spero che nel domani questo paese riscopra l’audacia… Attualmente l’Italia è pericolosamente ancorata nel tradizionalismo e c’è paura di rischiare..E questo ferma il naturale progredire delle cose.

domanipress muro

Simone Intemite