INTERVISTA : DAVIDE LIPEROTI PRESENTA DA “CASA SANREMO” IL SUO ALBUM D’ESORDIO

Davide Liperoti è un giovane cantautore che ha esordito in radio lo scorso Ottobre con il singolo “Timido” e dopo il grande successo radiofonico presenta a “Casa Sanremo” il primo album che si preannuncia  ricco di suoni e colori, passione ed emozione e con l’autenticità di parole e musica che mettono in risalto la personalità del cantautore modenese in maniera diretta e sincera attraverso melodie britpop e testi intelligenti e ironici che trattano tematiche come l’amore,la crisi economica e la costante sfida verso se stessi.

 

Come è nato il brano “Timido” ?

 

Timido è un brano nato in un classico venerdì sera,parla della mia generazione per certi versi è anche autobiografica. Il tema è quello della timidezza dei rapporti sociali che si cerca di mascherare alzando un po’ il gomito per sentirsi più spigliati ed intraprendenti…

 

 

Tu sei un cantautore,come scrivi i tuoi brani qual’è il tuo metodo di scrittura?

 

L’ispirazione può provenire da un gioco di parole che ti gira in testa, oppure capita che nascono prima gli accordi e la melodia per poi aggiungerci il testo. Quando sei ispirato la canzone viene fuori naturalmente di getto…Non bisogna mai insistere se non arriva…

 

 

Hai avuto modo di ascoltare i brani in gara al sessantacinquesimo festival di Sanremo…quali

preferisci?

 

I brani dei giovani non ho avuto ancora modo di ascoltarli. Tra i big apprezzo molto il brano di Malika Ayane “Adesso e qui (nostalgico presente)” è una grande interprete…riesce a trasformare una canzone e a renderla internazionale.

 

 

Domanda diretta : se in futuro dovessi collaborare con un’artista con chi ti piacerebbe

collaborare?

 

 

Mi piacerebbe lavorare con Jovanotti perché è un creativo…Come artisti internazionali miro alto… i  Lumineers o i Coldplay

 

 

Come ultima domanda parafrasiamo sempre il titolo del nostro magazine e chiediamo come vede il “Domani” Davide Liperoti, quali sono le tue speranze e le tue paure?

 

La speranza è quella di poter trasformare la mia passione per la musica in un lavoro effettivo per poter costruire una carriera artistica. La paura più grande è quella di non poterci riuscire anche se ho tante altre passioni la musica per me è fondamentale..