Intervista – Anna Tatangelo: “Canto e recito, voglio essere un’artista completa come Mina e JLo”

Anna Tatangelo è una delle interpreti più amate del panorama musicale italiano. Sin dal suo esordio sul palco del festival di Sanremo con il brano “Doppiamente fragili”, l’ex ragazza di periferia ha collezionato una serie di successi pubblicando 6 album in studio, 25 singoli, e una colonna sonora, vendendo oltre 700.000 copie dei suoi dischi guadagnando numerosi dischi d’oro e di platino. Ma non è tutto nella sua luminosa carriera, Anna, poliedrica e determinata ha percorso strade parallele da la co-conduzione televisiva de “I migliori anni” fino alla discussa esperienza di “X Factor” in veste di giudice passando per la partecipazione a”Ballando con le stelle“. Oggi la ritroviamo nella veste d’attrice per il cinepanettone targato Massimo Boldi “Natale al sud” dove interpreta una fashion blogger e interpretando il brano colonna sonora del film intitolato “Natale Italiano

 

Come sei stata stata coinvolta in questo tuo primo impegno come attrice?

Durante lo scorso inverno ero impegnata con Carlo Conti nel programma di Rai1 “I migliori anni” non solo come cantante ma anche come intrattenitrice e una volta mentre ero in studio con un mio collaboratore fantasticavo sui progetti futuri e su come sarebbe stato bello avere l’occasione di recitare un giorno in un film brillante. Poco tempo dopo Massimo Boldi, che aveva notato la mia disinvoltura durante la trasmissione mi ha cercato proponendomi di lavorare nella sua nuova commedia prenatalizia che avrebbe iniziato a girare a fine estate. Per me la sua telefonata ha rappresentato una sorpresa non solo piacevole, ma quasi magica. In un primo tempo ero un po’ preoccupata di non essere all’altezza data la mia mancanza di esperienza con i tempi comici ma poi sono stata accolta con calore e affetto da un gruppo di lavoro fantastico che non mi ha fatto mai sentire impreparata o a disagio. Il segreto era entrare nel clima giusto e con la dovuta semplicità e schiettezza e Boldi per primo è rimasto felicemente sorpreso dalla mia spontaneità e dalla mia capacità di sintonizzarmi facilmente sul set con lui e con tanti consumati professionisti.

GLS9895

Chi è la Eva che interpreti in scena?

E’ una fashion blogger testimonial del sito di incontri Cupido 2.0 che si ritrova nel Resort pugliese in cui è stato organizzato un raduno nazionale per single e pur essendo sfiduciata verso l’eventualità di trovare un vero grande amore sogna però in cuor suo di trovare un’anima gemella. A un certo punto incontra l’autista romano Checco (interpretato da Enzo Salvi) che millanta di essere lo psichiatra per cui sta lavorando che ha brevettato una rivoluzionaria “pillola del amore” e lei dopo aver provato quasi per gioco ad ingerirla finisce per una sorta di incantesimo con l’innamorarsi perdutamente del primo uomo che incontra davanti a sè: si tratta del maturo ed improbabile Peppino interpretato da Massimo Boldi che però ai suoi occhi stregati appare bellissimo e sexy. Nascerà così una serie di equivoci e di vicissitudini rocambolesche fino a quando con la fine dell’effetto della pillola non arriverà per Lea la svolta romantica che aspettava da tempo: il grande amore ce l’aveva sotto gli occhi ed era il collega di lavoro Leo interpretato da Paolo Conticini che non sapeva darsi pace sul perchè lei gli preferisse un rivale impossibile come Peppino.

GLS9674

Come ti sei trovata con Federico Marsicano e i suoi partners? 

Marsicano è stato il mio primo interlocutore quando mi è stato offerto di recitare in questo film, è stato subito molto incuriosito, aveva intuito che avevo un lato del mio carattere da ragazzina giocherellona da assecondare ed è stato abile a tirarlo fuori nel miglior modo possibile. Mi ha precisato fin dall’inizio che non voleva che io incarnassi la solita “femminona” sexy tipica delle commedie natalizie, non voleva che risultassi mai volgare ostentando un tipo di femminlità prorompente ed è stato molto fiducioso nei miei confronti già dalla prima lettura del copione. Sono entrata nella squadra di lavoro con umiltà, discrezione e voglia di imparare e di mettermi a disposizione, ho chiesto di provare in anticipo alcune scene per rassicurarmi e poi ho cercato di essere disponibile e di dare il massimo prima di incontrare Boldi per essere poi all’altezza di quello che sarei stata chiamata a fare sul set: sia Marsicano che in seguito Paolo Conticini sono stati prodighi di consigli e suggerimenti e ho cercato da subito di “rubare” loro i trucchi del mestiere. Per quanto riguarda gli altri colleghi di lavoro conosco bene da tempo Biagio Izzo perchè qualche anno fa abbiamo lavorato insieme nel programma di Canale 5 “Questi siamo noi”, tra noi è stato tutto semplice e lui mi ha messo a mio agio fin dal primo momento ma devo dire che sono stati un po’ tutti, carini ed affettuosi nel sostenermi, hanno capito facilmente che tipo di persona fossi.

Ricorda qualche momento particolare della lavorazione più volentieri di altri?

Si, in una sequenza mi esibisco per qualche secondo in una sorta di “spogliarello” in cui cerco di fare la gattona vestita in modo particolarmente sexy per sedurre Boldi che reagisce stupito, sorpreso e felice del miracolo che gli sta accadendo e fa davvero molto ridere.. Massimo è stato carinissimo, mi ha messo sempre a mio agio, avevo già girato in passato diversi videoclip delle mie canzoni, anche in quelle occasioni c’era un regista ma quando giri un film è tutto diverso a maggior ragione se devi interagire con in mostro sacro della comicità come Boldi, con lui devi stare al gioco in modo adeguato anche assecondando la sua creatività fuori copione e improvvisando con lui…

GLS9973

Ti piace il cinema da spettatrice, ti piacerebbe continuare a recitare? 

Adoro le commedie, ancora oggi mi soffermo di notte a vedere in tv i vecchi film con Totò anche se li conosco a memoria, da buona ciociara poi ammiro da sempre Sofia Loren e Vittorio De Sica che era originario di Sora come me e che nel mio paese è oggetto di un vero e proprio culto. Tra i registi di oggi che ammiro di più e con cui sogno di recitare un giorno metterei in una lsita ideale Paolo Sorrentino e Paolo Virzì, tra gli attori invece Luca Argentero, Micaela Ramzzotti e Marco Giallini che è fantastico sia quando recita nelle commedie che nei film drammatici. Per quanto riguarda l’ipotesi di continuare a fare del cinema so di essere soltanto all’inizio e di aver tanto da imparare ma cerco di essere ottimista, col tempo potrebbe essere divertente alternare nelle pause dei miei impegni con la musica anche nuove occasioni per girare dei film: sono sempre stata affascinata da alcuni modelli inarrivabili con cui sono cresciuta come Mina, che cantava divinamente ma sapeva anche recitare, o come Jennifer Lopez che credo sia la dimostrazione vivente di cosa voglia dire essere un artista a 360 gradi….