Il nuovo “fascino” dell’arte in 3d

L’arte a 3D, ovvero a tre dimensioni, rappresenta una delle forme più pazze, o addirittura la forma più pazza di arte contemporanea esistente al momento.

Questo tipo di arte innovativa ed estrosa tende a vedere il mondo da un’altra prospettiva ed è tipica di molti artisti di strada.

Queste opere sono dei disegni a tre dimensioni, come dice la parola stessa,  essi vengono creati principalmente sui manti stradali, sui marciapiedi e sulle mura, mediante il solo uso di strumenti quali i gessetti colorati.

Questa tecnica a 3 D  la ritroviamo anche nell’ambito della pittura, i quadri in questione presentano delle immagini, le quali sembrano per cosi dire “ uscire” dal quadro stesso, con conseguenti effetti ottici veramente strabilianti.

La tecnica a 3 D è denominata “ ANAMORFISI”  e sta ad indicare una vera e propria deformazione delle immagini riprodotte, viste da una diversa prospettiva, la terza  dimensione appunto.

L’arte a 3D è sicuramente un tipo di arte bizzarra, alternativa, ma anche molto creativa e fantasiosa, senza dubbio non affatto noiosa, in grado di poter attirare l’attenzione anche di coloro che non si ritengono e considerano dei veri e propri appassionati di arte e di musei.

Cheti Abate