I migliori album della scena musicale indie Italiana del 2015: Dimartino,Levante,Erica Mou e Bugo

Il 2015 è stato un anno musicalmente ricco a livello musicale. Oltre gli album più noti distribuiti dalle grandi major discografiche grandi sorprese ci sono state anche sulla scena indipendente, o come la si ama definire indie, che a dispetto di una promozione radiofonica meno incisiva ha saputo catturare l’attenzione di un vasto pubblico uscendo dalla “nicchia” e spopolando nelle playlist personali delle maggiori piattaforme musicali on the mand. Ecco di seguito i 5 migliori album indie del 2015 scelti per voi :

dimartino905

DIMARTINO – UN PAESE CI VUOLE: Il terzo lavoro in studio del autore siciliano è un concept album che ruota intorno al tema del “paese” ed  il titolo prende spunto da un passaggio del romanzo La luna e i falò di Cesare Pavese. L’album è un concentrato di emozioni e di testi profondi e maturi. Ad impreziosire l’album c’è la collaborazione con Francesco Bianconi (leader dei Baustelle) e Cristina Donà. Dimartino ha recentemente dimostrato di essere un autore molto quotato, ha scritto infatti per Chiara Galiazzo, Arisa e Malika Ayane ed  in questo album si percepisce ancora di più il suo stile. Da ascoltare

levante..

LEVANTE – ABBI CURA DI TE: energia e positività in antitesi al suo precedente lavoro, Claudia Lagona in arte Levante ha cambiato le carte in tavola e ha giocato una mano vincente. Il suo nuovo album è stato quello della “conferma”, archiviato il tormentone  “Alfonso” , questo nuovo lavoro mette in luce le qualità autorali ed interpretative della bella cantautrice che tra una ballata dedicata alla mamma e due singoli d’impatto come “Ciao per sempre” e “Le lacrime non macchiano”  è riuscita a imporsi come una delle rocker più promettenti del panorama musicale italiano. Una nota di merito anche per i videoclip di questa nuova era, curati e di gran classe. Da non perdere di vista

bugo-e1445614089920

BUGO –  ARRIVANO I NOSTRI:  a quattro anni dall’eccellente “Nuovi rimedi per la miopia” Bugo ritorna più maturo e consapevole. La hit trainante del disco “Vado ma non so” e la spumeggiante “Cosa ne pensi Sergio” sono entrati a pieno titolo nella lista dei maggiori successi del cantautore. L’ironia di Bugo è rimasta sempre la stessa ma si tinge con una vena cantautorale ancora più marcata. Bugo è cresciuto ed ha fatto centro.

la-copertina-dell-album-tienimi-il-posto

ERICA MOU: TIENIMI IL POSTO: un gradito ritorno quello di Erica Mou con l’album autoprodotto “Tienimi il posto” premiato anche al MEI come prima artista completamente indipendente. L’album libero da ogni logica commerciale sembra essere un diario personale dove la cantautrice mette a nudo se stessa con i suoi pensieri diretti e sinceri. A livello musicale il suono è analogico e “spoglio” tanto da risultare delicatamente essenziale. Il secondo singolo estratto “Se mi lasciassi sola” ricorda la raffinatezza dei grandi cantautori-poeti del novecento come Luigi Tenco o Domenico Modugno. Un album che lascia il segno

Simone Intermite

 

E a voi quali album della scena indie italiana vi hanno maggiormente colpito nel 2015?