I David di Donatello in diretta su Sky con Alessandro Cattelan

I David di Donatello sono alle porte: la 60^ edizione dello storico premio dell’Accademia del Cinema Italiano, la prima targata Sky, sarà trasmessa in diretta dagli Studi de Paolis di Roma a partire dalle 20.50 in collegamento con il red carpet in compagnia di Francesco Castelnuovo, a cui seguirà alle 21.10 la diretta della cerimonia. Castelnuovo tornerà sul palco nel corso della serata per consegnare un importante premio insieme a Gianni Canova che porterà la sua celebre cultura cinematografica sul palco dei David.

Sky riporta in prima serata la cerimonia di premiazione con una produzione di livello internazionale, nella quale il rinnovamento della formula televisiva e dell’estetica dello show si coniugheranno con l’attenzione e il rispetto per l’unicità e la specificità del cinema italiano. I film, i protagonisti e i mestieri della nostra cinematografia saranno al centro della cerimonia dei David targata Sky, uno show che si ispirerà all’estetica dei grandi show internazionali.  La premiazione sarà punteggiata da contributi, sorprese e qualche omaggio, tra cui quello ad Ettore Scola da parte di Pif. Anche i The Jackal porteranno il loro stile ironico sul palco dei David attraverso speciali interventi.

A tenere le fila della cerimonia targata Sky, sarà Alessandro Cattelan, celebre per la conduzione di alcuni dei programmi di intrattenimento più seguiti degli ultimi anni, apprezzato per la sua versatilità e il suo stile misurato e al tempo stesso ironico. E proprio come agli Oscar, Alessandro inviterà a salire sul palco tra le personalità più apprezzate del panorama cinematografico italiano, nel ruolo di presenter: a loro l’onore di annunciare il vincitore per ciascuna categoria e di consegnare l’ambita statuetta. Tra questi, Stefano Accorsi,  Giuseppe Battiston,  Paola Cortellesi, Saverio Costanzo, Matilde De Angelis, Christian De Sica, Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo, Anna Foglietta, Matilde Gioli, Valeria Golino, Francesco Pannfino, Nicola Piovani, Michele Placido, Vittoria Puccini, Gabriele Salvatores, Giuliano Sangiorgi, Toni Servillo, Vittorio Storaro.

Arrivano alla serata con il più alto numero di candidature complessive (16) Non essere Cattivo di Claudio Caligari e Lo chiamavano Jeeg Robot dell’esordiente Gabriele Mainetti. Seguono Youth – La giovinezza di Paolo Sorrentino con 14 nomination, Il Racconto dei racconti di Matteo Garrone con 12, Perfetti sconosciuti di Paolo Genovese con 9, La corrispondenza di Giuseppe Tornatore con 6, Suburra di Stefano Sollima con 5 e Fuocommare di Gianfranco Rosi con4.

La sfida per il miglior film si giocherà tra Non essere cattivo, il neo Orso d’oro Fuocoammare, Il Racconto dei racconti, Perfetti sconosciuti e Youth – La giovinezza. La sfida per miglior regia coinvolge  i registi dei film sopra citati.

Sono ben 7 le interpreti candidate dall’Accademia al titolo di miglior attrice protagonista: Astrid Bergès-Frisbey (Alaska), Paola Cortellesi (Gli ultimi saranno ultimi), Sabrina Ferilli (Io e lei), Juliette Binoche (L’attesa), Ilenia Pastorelli(Lo chiamavano Jeeg Robot), Valeria Golino (Per amor vostro) e Anna Foglietta(Perfetti sconosciuti). Per la statuetta di miglior attore si sfidano Marco Giallini e Valerio Mastandrea per Perfetti sconosciuti, Luca Marinelli e Alessandro Borghi Per Non essere cattivo e  Claudio Santamaria per Lo chiamavano Jeeg Robot.

Nella categoria miglior musicista spiccano ben due premi Oscar: Ennio Morricone per la colonna sonora de La corrispondenza di Tornatore e Alexandre Desplatper quella de Il Racconto dei racconti di Matteo Garrone.