Free Cinema al MIC: Museo Interattivo del Cinema.

Dal 9 al 30 gennaio 2015 presso il MIC – Museo Interattivo del Cinema, Fondazione Cineteca Italiana presenta FREE CINEMA – UNA STAGIONE MEMORABILE, rassegna cinematografica in 10 film in occasione dei 60 anni (1955) dalla realizzazione del primo cortometraggio: Momma Don’t Allow di Karel Reisz e Tony Richardson.

Il Free cinema (cinema libero) fu un movimento cinematografico inglese, culturale, sociale e politico (esplicitamente di sinistra) degli anni cinquanta e sessanta del XX secolo, di forte contestazione del cinema britannico dell’epoca, inserito nel più ampio contesto internazionale delle “nuove onde” cinematografiche emerse in molte cinematografie nazionali fra la fine degli anni cinquanta e gli anni sessanta.. Il Free Cinema fu strettamente legato al contemporaneo movimento teatrale e letterario degli Angry Young Men, che ebbe nel drammaturgo John James Osborne il suo maggiore portavoce, e alle istanze politiche della New Left e del movimento antinucleare e pacifista. Dopo diversi programmi di cortometraggi, il Free Cinema passò al lungometraggio, nel 1959, con I giovani arrabbiati di Richardson, tratto dalla commedia Look Back in Anger (1956) di Osborne. Richardson fu seguito da Reisz, Anderson e da altri autori, e l’espressione Free Cinema indicò una sorta di nouvelle vague britannica, riconoscibile per omogeneità di testi e di volti, e per la precisa volontà di riflettere sullo schermo una nuova immagine, scontenta, scontrosa e anticonformista, dell’Inghilterra Il 5 febbraio 1956 al National Film Theatre di Londra fu presentato il manifesto programmatico del gruppo in tre opere prime: O Dreamland di Lindsay Anderson, Together di Lorenza Mazzetti e Momma Don’t Allow di Karel Reisz e Tony Richardson. Questi corti e mediometraggi, che hanno segnato l’inizio del Free Cinema, verranno proiettati in coppia con i lungometraggi realizzati a partire dal 1958 dai registi che aderiscono al movimento. Oltre al già citato I giovani arrabbiati, in programma Tom Jones di Tony Richardson, tratto dall’omonimo romanzo di Henry Fielding, un film recitato bene da tutti gli attori, pieno di divertimento e sorprese; Billy il bugiardo di John Schlesinger, Io sono un campione di Lindsay Anderson, Nice Time di Alain Tanner e Claude Goretta e infine La strada dei quartieri alti di Jack Clayton.

 

Di seguito il programma della rassegna:

 

Martedì 13 gennaio

h 17.00 Everyday Except Christmas (Lindsday Anderson, 1957, UK, b/n, v.o.sott.it, 37’)

Raro documentario e ambientato nel mercato dei fiori di Covent Garden a Londra. Lo stile osservazionale permette allo spettatore di seguire il viaggio che fiori, frutta e verdura effettuano prima di arrivare sulle bancarelle del coloratissimo mercato inglese.

 

A seguire

Io sono un campione (Lindsay Anderson, UK, 1963, b/n, 134’)

Frank Machin, minatore dello Yorkshire, diventa campione di rugby, ma un cattivo carattere e la violenza dell’ambiente in cui è cresciuto rovinano i suoi rapporti con la squadra e la donna amata.

 

Venerdì 16 gennaio

h 15.00 Nice Time (Alain Tanner, Claude Goretta, UK, 1957, b/n, v.o.sott.it.,17’)

Un montaggio della vita notturna di Piccadilly Circus dalla sera fino alle prime luci del mattino.

 

A seguire

La strada dei quartieri alti (Jack Clayton, UK, 1959, b/n, 115’)

Inghilterra del Nord. Susan Brown, figlia di un agiato industriale viene circuita da Joe Lampton, un impiegato arrivista cui interessa solo il suo denaro. Per sposarla non esita a lasciare la sua amante Alice anche lei sposata e infelice. Film premiato con due premi Oscar: miglior attrice protagonista per Simone Signoret e miglior sceneggiatura non originale.

 

Martedì 20 gennaio

h 15.00 Momma Don’t Allow (Karel Reisz, Tony Richardson, UK, 1955, b/n, v.o., 22’) Replica

A seguire

I giovani arrabbiati (Tony Richardson, UK, 1958, b/n, 99’) Replica

 

h 17.15 O Dreamland (Lindsay Anderson, UK, 1953, b/n, v.o., 12’) Replica

A seguire

Tom Jones (Tony Richardson, UK, 1963, v.o.sott.it., 129’) Replica

 

Venerdì 23 gennaio

h 15.00 Nice Time (Alain Tanner, Claude Goretta, UK, 1957, b/n, v.o.sott.it., 17’) Replica

A seguire

La strada dei quartieri alti (Jack Clayton, UK, 1959, b/n, 115’) Replica

 

Sabato 24 gennaio

h 16.00 Everyday Except Christmas (Lindsday Anderson, 1957, UK, b/n, v.o.sott.it., 37’) Replica

A seguire

Io sono un campione (Lindsay Anderson, UK, 1963, b/n, 134’) Replica

 

Venerdì 30 gennaio

h 15.00 Nice Time (Alain Tanner, Claude Goretta, UK, 1957, b/n, v.o.sott.it., 17’) Replica

A seguire

Billy il bugiardo (John Schlesinger, UK, 1963, b/n, v.o.sott.it., 98’) Replica

 

INFO

info@cinetecamilano.it

Caterina Morelli