Ezio Gribaudo e i maestri del Novecento: un viaggio tra emozioni letterarie e visive

Sarà presente fino  al 16 Ottobre 2016, presso l’elegante e storico palazzo Corvaja di Taormina  l’interessante e ricca mostra del pittore, editore, collezionista e uomo “d’arte” Ezio Gribaudo, artista torinese dalla valenza internazionale e dai sodalizi importanti. L’evento nasce grazie alla collaborazione tra il Taobuk Festival e Artelibro Festival del Libro d’Arte.

“Dall’opera al libro, dal libro all’opera. Ezio Gribaudo e i maestri del Novecento”” è il nome di questa bellissima esposizione che anticipa la VI edizione di Taobuk Festival, che si terrà a settembre sempre a Taormina. La mostra è un viaggio tra alcuni protagonisti dell’arte del XX secolo che ci proietta in uno scenario che vede coinvolta una variegata raccolta di opere pittoriche e letterarie iniziata nei primi anni sessanta da Ezio Gribaudo.

Il poliedrico uomo d’arte grazie alla sua attività di editore con importanti case editrici è riuscito a costruirsi una ricca rete di amicizie fatta di personalità artistiche di grande valore; queste sinergie hanno portato all’idea di una progettualità che ha come titolo gli “Altri”. Si evince così l’attitudine di Gribaudo di aprirsi al confronto e all’altro, ricercando sempre nuovi contatti per arricchire le sue esposizioni e lavori.

Durante la giornata di inaugurazione è stato molto emozionante e toccante il discorso di apertura dello stesso autore, un uomo da una eleganza linguistica rara e dal fascino dell’artista di mondo di altri tempi capace di catturare l’attenzione del suo pubblico con poche ma giuste parole. Dopo aver ricordato le sue grandi opere e amicizie importanti ha invitato il pubblico ad un attimo di silenzio, sottolineando come a volte il silenzio che caratterizza l’animo dei siciliani in fondo dica tante parole. Con grande rispetto ha introdotto la figlia Paola Gribaudo, collaboratrice e protagonista di questa nuova mostra. Presenti all’evento anche il vicesindaco e assessore alla cultura di Taormina Mario D’Agostino e Antonella Ferrara presidente del Taobuk Festival.

L’esposizione rappresenta il variopinto ed originale mondo di amicizie che giravano intorno a Gribaudo tramite le opere di Lucio Fontana, Giorgio de Chirico, Hans Hofmann, Hans Hartung, Joan Mirò, Henry Moore, Francis Bacon, Graham Sutherland, Renato Guttuso, Fernando Botero, Jean Dubuffet, Man Ray, Conrad Marca-Relli.

Oltre alle opere pittoriche, disegni, fotografie ed altre testimonianze raccolte da Gribaudo durante la sua vita, troveremo libri dedicati a grandi personalità come Alberto Burri, David Alfaro e Lucio Fontana.

La mostra ci permette inoltre di ammirare alcune opere d’arte create dallo stesso autore, tra cui Lo Scultore di carta del 1975, Logogrifi realizzato con il raffinatissimo editore Vanni Scheiwiller nel 1970, fino alle recenti Avventure di Pinocchio realizzate da Tallone nel 2014.

All’ interno dello spazio espositivo si ha anche la possibilità di vedere il documentario su Gribaudo “La magia bianca” di Marco Agostinelli.

L’esposizione lascia grande spazio a Paola Grimaldi, non solo figlia ma anche fedele collaboratrice che accompagna il padre in ogni sua avventura lavorativa. Una donna che ha pubblicato più di mille libri, alcune di queste opere presenti alla mostra saranno donate alla biblioteca comunale di Taormina.

In occasione della mostra è stato presentato il catalogo “Dall’opera al libro, dal libro all’opera. Ezio Gribaudo e i maestri del Novecento”.

Questa esposizione è sicuramente un progetto molto interessante in cui le arti dello scrivere e del vedere pittorico si fondano perfettamente in un viaggio ricco di emozioni visive e letterarie.

Carlotta Bonadonna