Cinema Prewiev: alla scoperta di “Capitain America Civil War”

In pratica, quasi tutti i fan italici del Marvel Cinematic Universe sanno che l’uscita nel nostro paese di “Captain America: Civil War” è prevista per il 4 maggio 2016, mentre nel buio delle sale statunitensi per il 6 maggio.

Del resto, anche il plot di base è già noto ai più, ovvero la scissione degli Avengers in due fazioni: una guidata da Captain America/Steve Rogers e l’altra capitanata da Iron Man/Tony Stark, che si daranno battaglia a causa di una divergenza ideologica. Difatti, il gruppo che ha come leader Tony Stark sarà favorevole alla supervisione governativa in merito alle missioni dei Vendicatori; ma, dandosi alla macchia, ad opporsi a questa regolamentazione dei supereroi ci sarà il nucleo ribelle trascinato dal patriottico Captain America.

Inoltre, risulta già da di dominio pubblico che: se nell’epico crossover fumettisitico di “Civil War” del 2006-2007 (scritto da Mark Millar e disegnato da Steve McNiven), ciò che scatenò questa guerra intestina alla comunità superumana fu la tragica esplosione nel centro di Stamford (Connecticut) (con le centinaia di vittime che ne conseguirono) ad opera dei superpoteri autodetonativi del supercriminale Nitro, in quanto provocato dai New Warriors, un gruppo di scalcinati ed inesperti eroi in calzamaglia che stavano girando un reality show supereroistico; nella presente pellicola, invece, che è l’adattamento cinematografico della saga cartacea di “Civil War”, la miccia verrà innescata dal’ennesimo incidente internazionale che coinvolgerà gli Avengers, già da qualche tempo visti di malocchio dalle più alte sfere governative americane in seguito ai disastri causati indirettamente da quest’ultimi durante le battaglie di New York, di Sokovia e successivamente agli eventi di Washington D.C., che vedevano protagonista il solo Steve Rogers.

Ma ecco la chicca che in molti attendevano in maniera spasmodica e di cui non se ne sapeva, più o meno, ancora niente… Sì, avete capito bene, la prima apparizione del terzo Spider-Man pensato per il grande schermo. Per l’appunto, il 10 marzo Marvel Italia ha diffuso sul web il secondo trailer ufficiale in lingua italiana di “Captain America: Civil War”, dove per un breve frangente si mostra persino il ragnetto di casa Marvel, stavolta interpretato da Tom Holland (che il grande pubblico lo avrà soprattutto conosciuto per il suo ruolo di Thomas Nickerson da giovane in “Heart of the Sea” di Ron Howard). A quanto pare, il simpatico aracnide voterà inizialmente la causa del miliardario Tony Stark, rispettando in parte l’evoluzione narrativa del personaggio di Peter Parker/Spider-Man entro la saga fumettistica di “Civil War”. Quindi, visti i presupposti, è presumibile che nel corso del film, come nella versione cartacea, l’Uomo Ragno avrà dei ripensamenti sulla propria scelta di posizione che lo porteranno ad abbandonare il team di partenza per la squadra di Captain America.

Dalle prime immagini, sembra che gli autori abbiano preservato la vena scanzonata della figura di Spider-Man. Infine, pare che il design del costume dell’arrampicamuri sia una via di mezzo fra quello partorito dalle fertili menti di Stan Lee e Steve Ditko (gli originari creatori di Spider-Man), e quello calzato da Peter Parker nella serie a fumetti di “House of M”. Tuttavia, nonostante i responsabili degli effetti visivi abbiano conferito una certa espressività alla maschera del tessiragnatele, la loro ricostruzione di Spidey in CGI dà l’impressione di dimostrarsi alquanto innaturale, stonando visivamente con il concreto contesto supereroistico in cui è stato inserito… Staremmo a vedere a maggio!

Gabriele Manca