All’arena di Verona in scena l’Aida

image

Domani, domenica 5 luglio alle ore 21.00 terza recita di Aida di Giuseppe Verdi per il Festival lirico 2015 all’Arena di Verona.
Il melodramma verdiano su libretto di Antonio Ghislanzoni, ispirato ad uno scritto dell’egittologo francese Auguste Mariette, è fra i titoli lirici più applauditi a Verona e detiene il record come titolo più rappresentato in Arena con le sue 634 recite dal 1913 ad oggi e i 25 allestimenti diversi ripresi in nientemeno che 57 Festival, tanto che Aida è ormai da anni sinonimo dello stesso anfiteatro veronese.
Per il Festival 2015 l’opera del cigno di Busseto torna nell’allestimento di grande impatto visivo pensato da Franco Zeffirelli appositamente per il palcoscenico areniano nel 2002, con i costumi firmati da Anna Anni. Quest’anno completa la messa in scena la nuova coreografia creata appositamente dal Direttore del Corpo di ballo areniano Renato Zanella.
Domenica sera alla guida dell’Orchestra dell’Arena ritroviamo la bacchetta di Andrea Battistoni, impegnata a dirigere grandi protagonisti: Monica Zanettin è chiamata ad interpretare Aida, accanto al Radamès di Carlo Ventre; tornano quindi Anita Rachvelishvili in Amneris e Leonardo López Linares in Amonasro. Nel sacerdote Ramfis ritroviamo Raymond Aceto e nei panni del Re Giorgio Giuseppini; completano il cast Francesco Pittari per il ruolo del Messaggero e Stella Zhang per la Sacerdotessa.
Insieme ai protagonisti si esibisce il Coro areniano preparato da Salvo Sgrò. Le coreografie sono interpretate dai primi ballerini Alessia Gelmetti, Teresa Strisciulli, Evghenij Kurtsev e Antonio Russo insieme al Corpo di ballo dell’Arena di Verona.
Prossime repliche: 7, 12, 14, 19, 25, 31 luglio ore 21.00 – 9, 11, 15, 19, 23, 27, 30 agosto ore 20.45 – 2, 6 settembre ore 20.45.