11 donne a Parigi” con Laetitia Casta e Vanessa Paradis al cinema dal 3 dicembre

È stata la commedia femminile di maggior successo in Francia negli ultimi anni, con 1,5 milioni di spettatori. Ora, grazie a Microcinema Distribuzione, dal 3 dicembre arriva anche in Italia 11 donne a Parigi (Sous les jupes des filles), il film di Audrey Dana che oltre ad aver ottenuto un trionfo di pubblico in patria, ha anche suscitato un notevole dibattito attorno a un tema affascinante e misterioso: la donna.
11 donne a Parigi racconta infatti i mille aspetti delle donne: forti e fragili, sensibili e spigolose, fedeli e infedeli…  e lo fa con una sincerità mai vista al cinema.

 

In molti hanno paragonato l’esordio alla regia dell’attrice Audrey Dana al cult Sex and the City, per la capacità di mostrare con uno sguardo ironico e leggero i personaggi e di descrivere lo sfaccettato e indecifrabile universo femminile. “Questo film parte da un mio desiderio di attrice: – dice Audrey Dana – la voglia di affermare che anche noi donne possiamo far ridere, interpretando dei personaggi più complessi di quelli che ci vengono offerti normalmente”. Proprio per questo la regista ha messo in scena le storie di undici protagoniste, tutte diverse tra loro, tutte affascinanti e divertenti, e tutte interpretate da alcune delle maggiori stelle francesi.

 

Come la bellissima Laetitia Casta, che confessa le similitudini tra lei e il personaggio: “Sembro molto forte e do l’impressione di sapere quello che voglio, ma sono anche maldestra e timida. Il mio lato romantico è ancora presente, anche se non so ancora per quanto!”. E l’icona del cinema francese Isabelle Adjani, che interpreta una donna che “ricorda me e molte altre donne di tutto il mondo”. Nel cast anche Vanessa Paradis, che di sé e delle donne dice: “Siamo tutte diverse, a livello fisico e caratteriale, ma alla fine, l’importante è il nostro cuore”.

 

Parigi. La primavera. 11 donne. Madri di famiglia, donne d’affari, amiche, single o sposate. Gioiose, esplosive, insolenti, inattese, complesse, gelose…tutte rappresentano un aspetto della donna di oggi: paradossali, un po’ confuse, ma sempre vitali.